Consultazione Commissione Europea su tassazione e-cig: Facciamo sentire la nostra voce!

Consultazione Commissione Europea su tassazione e-cig: Facciamo sentire la nostra voce!

È all’ordine del giorno dell’agenda europea la consultazione pubblica sul futuro trattamento delle sigarette elettroniche. Punto chiave del possibile intervento regolatorio è l’accisa unica europea da imporre ai liquidi da inalazione per sigarette elettroniche. A seguito di molteplici dibattiti, ricerche e approfondimenti sull’utilità delle e-cig nella lotta al tabagismo il Comitato Scientifico Internazionale per la Ricerca sulle E-cig chiede il supporto dei consumatori e degli operatori al fine di rendere efficace l’impegno profuso nel tutelare questo incisivo strumento di riduzione del danno.

Se questo deve essere penalizzato dall’introduzione di tributi tesi a ridurne lo sviluppo è necessario l’intervento della comunità scientifica e dei consumatori per affermare che le e-cig sono parte della soluzione e non del problema causato dalle morti da fumo di tabacco. L’Europa vuole tassare i liquidi da inalazione per sigarette elettroniche, spiegandone le ragioni con l’armonizzazione dei mercati nazionali attualmente sottoposti ad una regolamentazione fiscale fortemente disomogenea. La priorità è che, però, non si faccia l’errore di penalizzare in maniera eccessiva questo prodotto a fronte della sua utilità, riscontrata da gran parte della comunità scientifica, nella riduzione del danno da tabacco. La lotta al tabagismo va supportata, non minata.

La Commissione Europea ha indetto, in merito, una consultazione pubblica nei 28 Stati dell’Unione in modo da raccogliere informazioni da operatori del settore, associazioni e singoli consumatori. L’impegno in processi democratici, come la consultazione di cui parliamo, deve essere massimo soprattutto quando è in discussione la salute dei cittadini.

Scarica qui la Guida alla Consultazione  

Open Gate Italia, la società italiana specializzata in Regulatory e Institutional Affairs e che da anni supporta le aziende del settore del fumo elettronico, ha diffuso proprio in questi giorni una Guida alla Consultazione che spiega meglio agli svapatori italiani come partecipare alla consultazione tutelando un prodotto che ha assicurato a milioni di fumatori una via d’uscita dal fumo.

L’invito che anche il Comitato vuole rivolgere ai suoi sostenitori e ai consumatori di e-cig è di condividere e partecipare alla Consultazione rispondendo alle domande poste dalla Commissione Europea sui liquidi da inalazione per sigarette elettroniche.

Previous Ezio Campagna è il nuovo presidente LIAF
Next Sigarette elettroniche e rischio malattie al cuore. Risponde Farsalinos: “Studi carenti in merito”

About author

Potrebbe interessarti anche

In evidenza 1Comments

Royal College of Physicians: l’Ordine dei Medici inglesi incoraggia l’uso delle e-cig per ridurre i danni causati dal fumo

Dopo l’agenzia di salute pubblica britannica (PHE), ora anche l’Ordine dei Medici del Regno Unito dice sì alla sigaretta elettronica, promuovendola come sostituto della sigaretta di tabacco. Proprio stamattina, il Royal

Approfondimenti 0 Comments

Panorama: “Le due nuove sigarette senza fumo”. L’intervista integrale del prof. Polosa

“Le due nuove sigarette senza fumo” Di seguito vi proponiamo l’intervista integrale al prof. Riccardo Polosa pubblicata il 9 gennaio 2014 sul settimanale Panorama a cura di Mikol Belluzzi. “Accendini e

In evidenza 1Comments

Funghi allucinogeni per smettere di fumare: le nuove frontiere “allucinanti”

I ricercatori statunitensi hanno recentemente scoperto che dosi specifiche di funghi allucinogeni si rivelavano in realtà molto più efficaci per aiutare a smettere di fumare rispetto a metodi tradizionali di disassuefazione, come le pillole antifumo. Per LIAF, sembrerebbe che, in preda ad una mancanza di nuove idee utili ad impressionare il pubblico, ci si sia dimenticati delle evidenze scientifiche e dei risultati ad esse collegati.