Le elettroniche non modificano le capacità cognitive. E se Camilleri svapasse?

Le elettroniche non modificano le capacità cognitive. E se Camilleri svapasse?

E se Andrea Camilleri svapasse? Secondo LIAF riuscirebbe comunque a scrivere magnificamente le storie del Commissario Montalbano.

A dimostrare che la sigaretta elettronica non toglie l’attenzione e la gestualità, infatti, è ancora una volta il team di ricercatori del Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo dell’Università degli Studi di Catania coordinato dal prof. Pasquale Caponnetto.

In uno studio appena pubblicato sulla rivista scientifica “Frontiers in Psychology” i ricercatori hanno valutato l’impatto di 4 tipi di sigaretta elettronica comparati al fumo di sigaretta convenzionale, concentrandosi sull’impatto cognitivo, l’attenzione, l’abilità di problem solving, la gestualità ed il desiderio.

Previous Firenze - Caponnetto: "La realtà virtuale può servire a far smettere di fumare i giovani"
Next Riccardo Polosa a Parigi: "Più buon senso e meno arroganza negli studi sulle e-cig"

About author

Potrebbe interessarti anche

In evidenza 1Comments

The Lancet: pubblicata, dopo 7 mesi, la contestazione degli scienziati pro-ecig

Sette mesi dopo, il Lancet pubblica la risposta degli scienziati sull’ormai noto editoriale di agosto con il quale la redazione della rivista aveva generato non poche polemiche circa l’utilizzo e l’efficacia della sigaretta elettronica.

In evidenza 0 Comments

Chicago: Zeller e Polosa a un convegno per discutere il futuro delle e-cig in USA

FDA e LIAF si incontrano al meeting annuale organizzato da SFATA – associazione statunitense dell’industria dello svapo – per discutere di regolamentazione e opportunità per l’e-cig negli USA. Mitch Zeller e Riccardo Polosa, noti esponenti delle due organizzazioni per la prima volta in un dialogo a tu per tu, trovano un punto d’incontro: la scienza deve essere alla base di ogni normativa antifumo.

Comunicati stampa 0 Comments

Lettera ai Parlamentari italiani ed europei

Egregi Membri del Parlamento italiano, Vorremmo richiamare la vostra attenzione su uno sviluppo significativo nella negoziazione della revisione della Direttiva sui Prodotti del Tabacco (TPD). L’8 ottobre, il Parlamento Europeo