Le elettroniche non modificano le capacità cognitive. E se Camilleri svapasse?

Le elettroniche non modificano le capacità cognitive. E se Camilleri svapasse?

E se Andrea Camilleri svapasse? Secondo LIAF riuscirebbe comunque a scrivere magnificamente le storie del Commissario Montalbano.

A dimostrare che la sigaretta elettronica non toglie l’attenzione e la gestualità, infatti, è ancora una volta il team di ricercatori del Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo dell’Università degli Studi di Catania coordinato dal prof. Pasquale Caponnetto.

In uno studio appena pubblicato sulla rivista scientifica “Frontiers in Psychology” i ricercatori hanno valutato l’impatto di 4 tipi di sigaretta elettronica comparati al fumo di sigaretta convenzionale, concentrandosi sull’impatto cognitivo, l’attenzione, l’abilità di problem solving, la gestualità ed il desiderio.

Previous Firenze - Caponnetto: "La realtà virtuale può servire a far smettere di fumare i giovani"
Next Riccardo Polosa a Parigi: "Più buon senso e meno arroganza negli studi sulle e-cig"

About author

Potrebbe interessarti anche

Iniziative 0 Comments

Filippine, Manila – R. Polosa ai politici e giornalisti: “La sigaretta elettronica ha un grande potenziale”

Il prof. Polosa, nell’ambito di un mese ricco di incontri istituzionali programmati in più continenti, è intervenuto lunedì 11 Aprile a Manila al US-ASEAN Business Council come relatore del workshop organizzato per formare ed informare gli esperti di salute pubblica del Paese, i giornalisti e alcuni esponenti della politica sulla teoria della riduzione dei danno dovuto al tabacco e sul potenziale che hanno le sigarette elettroniche nel far smettere di fumare.

Comunicati stampa 0 Comments

Progetto DIASMOKE: l’Italia vince il GRAND, premio internazionale per la ricerca

Lo studio indagherà la riduzione della dipendenza da nicotina nei pazienti diabetici Il Centro per la Prevenzione e Cura del Tabagismo dell’Università di Catania e dell’Ospedale Vittorio Emanuele ha vinto

Iniziative 0 Comments

Polosa al simposio internazionale sulle e-cig: “Potranno essere usate per somministrare farmaci”

In Francia, in queste ore, il Simposio internazionale dedicato alle sigarette elettroniche per smettere di fumare. Tra i relatori c’è anche Riccardo Polosa, con l’atteso intervento sulle future applicazioni della sigaretta elettronica alla medicina: “Le elettroniche potrebbero essere impiegate anche nella somministrazione di farmaci, assicurando una migliore efficacia, semplificando i metodi tradizionali e soprattutto assicurando una maggiore aderenza per i pazienti”.