Fumatori incalliti: sigarette elettroniche efficaci per smettere

L’Italia pubblica sul Journal of Medicine Case report (Bmj) i primi risultati al mondo ottenuti con le sigarette elettroniche su fumatori ostinati
I ricercatori del Centro Prevenzione e Cura del Tabagismo dell’Università di Catania, diretti dal Prof. Riccardo Polosa e dal dott. Pasquale Caponnetto hanno pubblicato per primi al mondo un “report” sul Journal of Medicine Case Report (gruppo BMJ), riguardante il successo ottenuto con le sigarette elettroniche nel far smettere di fumare fumatori incalliti.
I forti fumatori erano segnati da una elevata dipendenza da nicotina, con oltre 30 sigarette fumate al giorno, ed erano stati ripetutamente trattati per anni in centri di eccellenza per la cura del tabagismo con farmaci, cerotti alla nicotina e tecniche psicologiche, ma con scarso successo, alternando cosi’ periodi di astinenza e ricadute. Questi fumatori, mediante l’uso di comuni sigarette elettroniche (Categoria™, Arbi Group) con cartucce contenenti nicotina, sono riusciti a ridurre l’uso delle “bionde” e a smettere completamente anche fino a 6 mesi.
I ricercatori sostengono che il successo ottenuto in questi fumatori, che hanno ridotto da 30 a zero il numero di sigarette fumate al giorno, è conseguenza di una delle caratteristiche intrinseche delle sigarette elettroniche che è quella di essere capaci di riprodurre la gestualità tipica del fumatore.
I risultati di questo report intitolato dal titolo “Successful smoking cessation with electronic cigarettes in smokers with a documented history of recurring relapses: a case series” (http://www.jmedicalcasereports.com/content/5/1/585/abstract) necessitano di studi approfonditi e si aggiungono all’importante sperimentazione clinica pubblicata dallo stesso team dell’Universita’ di Catania, su BMC Public Health (http://www.biomedcentral.com/1471-2458/11/786) dove si dimostra che nel 55% dei casi i partecipanti hanno ridotto o eliminato la dipendenza di tabacco grazie all’utilizzo delle sigarette elettroniche.
Previous Fumatori incalliti: sigarette elettroniche efficaci per smettere
Next Vota il Progetto LIAF con l'Università di Oxford

About author

Potrebbe interessarti anche

Comunicati stampa 1Comments

Harvard, diacetile negli e-liquids? Interviene il prof. Polosa

Il prof. Riccardo Polosa, responsabile scientifico della Lega Italiana Anti Fumo e autore più importante al mondo nel campo della Ricerca applicata alla sigaretta elettronica interviene sullo studio condotto nell’Università di Harvard secondo il quale gli e-liquids contengono diacetile.

Comunicati stampa 0 Comments

Sigarette Elettroniche: Aiutano anche i Fumatori con Schizofrenia

Nel numero di Febbraio della prestigiosa rivista “International Journal of Environmental Research and Public Health” è stato pubblicato una studio che illustra come le sigarette elettroniche abbiano aiutato pazienti con

Comunicati stampa 0 Comments

Electronic cigarettes help to reduce cigarette smoking

First clinical study on e cigarettes just presented at the International Meeting of SRNT in Antalya Researchers from the University of Catania (ITALY), presented the results of their study on