Mario Malerba è il nuovo membro del Comitato Scientifico

Mario Malerba è il nuovo membro del Comitato Scientifico

Il prof. Mario Malerba, docente di Malattie dell’Apparato Respiratorio presso l’Università del Piemonte Orientale di Novara, è il nuovo membro del Comitato Scientifico Internazionale per la ricerca sulle sigarette elettroniche.

Prof. Mario Malerba

Da anni, Malerba svolge la sua attività clinica presso la Clinica Medica Universitaria di Brescia. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche e ricerche sugli aspetti biologici connessi al fumo di sigaretta con metodiche non invasive come la misurazione dell’ossido nitrico esalato delle vie aeree, la misurazione di biomarkers ossidativi ed infiammatori nell’espettorato indotto e nell’esalato condensato delle vie aeree nei soggetti fumatori asintomatici e nelle patologie ostruttive fumo correlate. Inoltre, nelle sue ricerche ha focalizzato l’attenzione sulle alterazioni precoci evidenziabili a livello respiratorio, collegate alla esposizione cronica al fumo di sigaretta.

Previous La bionda e l'elettronica come "l'elefante e il topolino"
Next Dal 15 al 17 Giugno a Varsavia torna il GFN 2017

About author

Potrebbe interessarti anche

In evidenza 1Comments

Giornata di prevenzione contro i tumori del cavo orale. “SIGARETTA 4000 VOLTE PIU’ RISCHIOSA”

Il fumo di sigaretta è il principale fattore di rischio per il tumore della bocca. Il più rischioso in assoluto. Più del Papilloma virus (infezione che si trasmette prevalentemente per

ECIG: nasce Confesercenti per i venditori di vapore

Si riporta di seguito il comunicato stampa pubblicato su CONFESERCENTI al seguente link: www.confesercenti.it/blog/svapo-costituito-il-comitato-promotore-si-tassino-solo-prodotti-alla-nicotina-non-lhardware/ Svapo, costituito il comitato promotore: “non siamo ‘venditori di fumo’, perchè accise come il tabacco?” Nasce

Tavolo tecnico del Ministero della Salute per le sigarette elettroniche: insufficiente il confronto scientifico

Il tavolo tecnico sulla sigaretta elettronica promosso dal Ministero della Salute è in assoluto la prima iniziativa di questo tipo in Europa. Purtroppo l’agenda politica sulla regolamentazione – piuttosto che