Riccardo Polosa a Parigi: “Più buon senso e meno arroganza negli studi sulle e-cig”

Riccardo Polosa a Parigi: “Più buon senso e meno arroganza negli studi sulle e-cig”

La ricerca finalizzata alla sigaretta elettronica ha bisogno di più buon senso e meno arroganza da parte degli studiosi coinvolti. Mancanza di buon senso ed eccesso di arroganza contribuiscono alla scarsa qualità della ricerca e sono un cocktail dannoso per la salute pubblica” – è con questo intervento che il prof. Riccardo Polosa ha partecipato ieri ai lavori della giornata di dibattito che si è tenuta nell’ambito del “Sommet de la Vape” di Parigi, la seconda edizione della conferenza francese sullo svapo promossa da Jacques Le Houezec, uno degli autorevoli membri del Comitato scientifico per la ricerca sulla sigaretta elettronica della Lega Italiana Anti Fumo, e da So Vape, l‘associazione francese che si propone di agire ed interagire per far promuovere la sigaretta elettronica come strumento per ridurre i danni causati dal fumo di sigarette convenzionali. 

“Lo svapo è una speranza ed una soluzione possibile per le politiche di salute pubblica” – ha detto Le Houezec.

Oggi circa 200 persone al giorno muoiono a causa delle malattie fumo correlate. In Europa sono 6 milioni i fumatori che hanno scelto di passare alla sigaretta elettronica per smettere di fumare e solo in Francia si contano già più di un milione di svapatori, senza contare gli altri due milioni che stanno passando dal fumo allo svapo.

Per il prof. Polosa il punto di svolta sarà la formazione di un opinione pubblica consapevole dei rischi e delle grandi opportunità che lo strumento può fornire alla tutela della salute pubblica.

Per questo ha aggiunto Polosa: “Le organizzazione sanitarie dovrebbero avere un approccio meno arrogante con la scienza e, dal canto loro, i giornalisti dovrebbero concentrarsi di più sul racconto dell’esperienza diretta di milioni di svapatori”.

Previous Le elettroniche non modificano le capacità cognitive. E se Camilleri svapasse?
Next La bionda e l'elettronica come "l'elefante e il topolino"

About author

Potrebbe interessarti anche

Iniziative 0 Comments

La Crociata Antifumo a Catania: analisi dei primi cinque anni

Nel giorno di giovedì 10 maggio 2007, nella sala Etna del Grand Hotel Excelsior di Catania, il Club Rotary Etna Sud Est ha invitato il Prof. Riccardo Polosa, Presidente della

In evidenza 0 Comments

Fumo e asma? Connubio malsano

L’asma è una delle principali cause di disabilità al mondo e la malattia cronica più comune nei bambini e nei giovani adulti, soprattutto a causa della sua insorgenza precoce. Si

Iniziative 0 Comments

U-Biopred 2015: Unict presenta un nuovo studio su asma e fumo

Il palcoscenico del Faculty Club di Leuven accoglie il dott. Massimo Caruso, biologo ricercatore dell’Ateneo catanese, per la presentazione di un sottostudio sulle relazioni pericolose tra fumo e asma, avviato grazie ai risultati proveniente da U-BIOPRED.