Sosteniamo il nostro prof. Polosa nella sua nuova candidatura all’oscar

Sosteniamo il nostro prof. Polosa nella sua nuova candidatura all’oscar

SIGMAGAZINE, il noto quotidiano di informazione italiana su vaping e liquidi diretto da Stefano Caliciuri, candida il nostro prof. Riccardo Polosa all’oscar europeo della ricerca 2017.

Impegnato ormai da anni nel campo della ricerca applicata alla sigaretta elettronica, Polosa è stato anche nominato l’autore più produttivo al mondo in questo settore. Di lui hanno scritto diversi quotidiani internazionali e la sua presenza nei convegni internazionali è da sempre considerata di autorevole prestigio.

Tantissimi gli studi realizzati insieme al suo gruppo di ricerca dell’Università degli Studi di Catania. E grazie a lui milioni di fumatori sono passati al vaping con enormi risultati.

Polosa è autore del primo studio al mondo sull’efficacia della sigaretta elettronica come strumento per smettere di fumare (ECLAT), ha dimostrato che le e-cig sono per il 95 per cento meno dannose rispetto alle sigarette convenzionali e che possono essere utilizzate anche per far smettere di fumare pazienti affetti da gravi malattie come asma, ipertensione e schizofrenia.

Da SIGMAGAZINE: “Per sostenere la candidatura di Riccardo Polosa è sufficiente compilare l’apposito formulario sulla pagina internet di Innco. E’ in inglese ma di facile comprensione. Nel primo modulo occorre inserire il nome e il cognome di Riccardo Polosa e l’ente che rappresenta (Liaf) selezionando la categoria numero 2 (Professional advocate) e spiegare brevemente perché lo si sostiene (“E’ la personalità della medicina che maggiormente sostiene e diffonde la cultura del vaping con fondamento scientifico” è stata la nostra motivazione), inserire l’indirizzo email di LIAF info@liaf-onlus.org e quindi compilare il secondo modulo con i propri dati di contatto. Le candidature potranno essere supportate sino al 31 marzo, quindi verrà proclamato il vincitore.

Questo è il form da compilare per sostenerlo.

Veder premiato un italiano potrebbe valere molto, anche se non soprattutto agli occhi delle autorità nostrane”. 

Previous R. Polosa su dripping: "Lo studio è viziato da una definizione vaga"
Next Riunione del CEN a Firenze. Polosa: "La standardizzazione delle e-cig come obiettivo strategico"

About author

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 96 posts

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo a livello nazionale ed internazionale. Nell’ambito del progetto europeo multicentrico UBIOPRED per lo studio dell'asma grave oggi Valeria si occupa per LIAF della comunicazione e disseminazione dei risultati e degli eventi ad esso legati.

View all posts by this author →

Potrebbe interessarti anche

In evidenza 1Comments

Università – Al Policlinico di Catania un seminario sulla prevenzione al tabagismo

All’Università degli Studi di Catania oggi è stato il giorno della prevenzione al tabagismo. Si è tenuta, infatti, nell’Aula Magna del “Policlinico Vittorio Emanuele” di Catania l’ADE rivolta agli studenti di medicina dell’ateneo dal titolo: “Tabagismo: interventi per la prevenzione a breve termine”.

Iniziative 2 Comments

Il 17 e 18 Giugno 2016 a Varsavia si terrà il GFN 2016

Supportato anche dalla Lega Italiana Anti Fumo, il GFN è l’unico forum aperto a tutti durante il quale scienza e politica si incontrano per discutere e diffondere le evidenze scientifiche sulla riduzione del danno provocato dal fumo di tabacco e per fornire opzioni di politiche di prevenzione e controllo del tabagismo efficaci.

Approfondimenti 0 Comments

Madrid – Le sigarette elettroniche per far smettere di fumare i pazienti affetti da patologie psicologiche

Madrid, 15 Aprile 2016 – Alla XVIII Giornata Nazionale della Doppia Diagnosi, l’intervento del prof. Pasquale Caponnetto, ricercatore dell’Università degli Studi di Catania, per parlare dell’utilizzo della sigaretta elettronica come alternativa meno dann
osa delle sigarette convenzionali nei pazienti affetti da patologie schizofreniche.

  • Sergio

    Guardate che non è chiaro come si debba compilare il form e cosa metterci.
    Non è chiaro. Chiarite, per favore.