Archive

News

Troppe parole e pochi risultati concreti: ecco le conclusioni del Convegno ISS a Roma

“Un convegno arrivato tardi, in un momento di estrema criticità per il comparto della sigaretta elettronica, e i cui obiettivi rischiano di non essere raggiunti se non si procede a

Comunicati stampa

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO LIAF – LANCIA UN APPELLO PER LA TUTELA DELLA COSTITUZIONE

Illustrissimo Signor Presidente della Repubblica Prof. Giorgio Napolitano, La Lega Italiana Anti Fumo, LIAF Onlus, ha deciso di scriverLe in rappresentanza delle centinaia di migliaia di utilizzatori di sigarette elettroniche

Iniziative

Lettera aperta al Presidente della Repubblica. Appello di LIAF per la tutela della costituzione italiana

Illustrissimo Signor Presidente della Repubblica Prof. Giorgio Napolitano, La Lega Italiana Anti Fumo, LIAF Onlus, ha deciso di scriverLe in rappresentanza delle centinaia di migliaia di utilizzatori di sigarette elettroniche

Comunicati stampa

Nuova tassa sulla sigaretta elettronica: “Il pasticcio burocratico”

Dal primo gennaio 2014, come è noto, viene stabilito il prelievo fiscale del 58,5% sulle sigarette elettroniche. Ma per far si che questo dispositivo normativo venga messo in pratica era

Iniziative

Convegno a Roma: “Sigaretta elettronica: benefici e rischi per la salute”

 “Sigaretta elettronica: benefici e rischi per la salute e criteri di controllo” – è il titolo del convegno che si sta svolgendo oggi a Roma nell’Aula Pocchiari dell’Istituto Superiore di

News

Sigaretta elettronica: è tempo di mettere fine a una regolamentazione sbagliata

Catania, 04 febbraio 2014. I fumatori si rivolgono con sempre maggiore frequenza alle sigarette elettroniche per limitare i danni sulla salute derivanti dalla loro dipendenza dal fumo. Ma i legislatori

Iniziative

V Meeting Annuale U-BIOPRED: ottenuto un altro anno di finanziamento per la ricerca sull’asma grave

U-BIOPRED continua ancora. Fino al 2015 approvato il finanziamento per il progetto europeo quinquennale sull’asma grave, che vede coinvolti dal 2009 ben 40 partner, tra università, istituti di ricerca, industrie