Archive

News

700 esperti al GFN 2019

Una sesta edizione particolarmente dibattuta sia sul tema della nicotina che della regolamentazione internazionale, a testimonianza del fatto che il GFN cresce sempre di più in termini numerici e di rilevanza scientifica.

News

Lunedì 24 Giugno – attestato di partecipazione per i negozianti

In occasione dell’evento, LIAF – Lega Italiana Anti Fumo, come sempre partner dell’evento, rilascerà ai negozianti di sigarette elettroniche che parteciperanno all’evento un attestato di partecipazione utile ai fini conoscitivi delle attività scientifiche.

In evidenza

La Traversata della Ricerca

Per suggellare il nuovo legame scientifico tra la Sicilia ed il resto del mondo, il presidente della Fondazione SMOKE FREE WORLD parteciperà ad una simbolica TRAVERSATA DELLO STRETTO DI MESSINA.

In evidenza

Presentazione progetti CoEHAR – l’intervento del Rettore Basile

Presentazione progetti CoEHAR – l’intervento del Rettore Basile

News

A Catania i 9 progetti della rivoluzione globale antifumo

Lunedì’ 24 Giugno alle ore 10.30 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali saranno presentati i nuovi progetti di ricerca avviati dal CoEHAR – Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo

Curiosità

2019: il Grande Fratello del vaping

Sia che gli abitanti della casa siano personaggi dello spettacolo o completi sconosciuti hanno quotidianamente utilizzato dei dispositivi al posto delle sigarette tradizionali.

In evidenza

Dal 13 al 15 Giugno, torna il GFN di Varsavia

A Varsavia torna puntuale l’atteso appuntamento con il Forum Globale della Nicotina. Come ogni anno, il GFN aprirà le porte a più di cinquecento tra specialisti, scienziati, medici e operatori del settore. Novità di quest’anno per il palcoscenico del GFN sarà la presenza di due illustri esponenti del CoEHAR, il prof. Massimo Caruso e il prof. Pasquale Caponnetto dell’Università degli Studi di Catania.

Curiosità

Le elettroniche vanno bene anche per i malati di tumore

Lo abbiamo sostenuto centinaia di volte. Le e-cig vanno bene anche per i malati di tumore se aiutano a smettere di fumare. A sostenerlo oggi sono anche gli oncologi. Con

Iniziative

Il CoEHAR aiuta gli abbonati di AMT a smettere di fumare

“Io (sono) Astuto”, con un gioco di parole in dialetto siciliano, si invitano i fumatori a spegnere la sigaretta e a prendere la scelta più giusta per la propria salute.

In evidenza

Ecig e cancro ai polmoni: rischio 50 mila volte inferiore rispetto alle bionde

Su 100 mila fumatori di sigaretta convenzionale si riscontrano 40 mila casi di cancro. Su 100 mila utilizzatori di sigaretta elettronica, si riscontrano 0,7 casi di cancro.