A Catania, l’autobus della salute contro il fumo

A Catania, l’autobus della salute contro il fumo

Domenica 6 Ottobre dalle 10 alle 20 nel Lungomare di Catania al via Lungomare Fest Salute, l’iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con associazioni e istituzioni sanitarie locali per promuovere stili di vita sani e offrire consulenza gratuita su prevenzione e cura di alcune malattie croniche. Circa 70 gli stand dentro i quali sarà possibile usufruire di servizi e consulenza specifiche di medici e ricercatori.

Grazie alla presenza dei ricercatori LIAF, sarà possibile effettuare gratuitamente anche la misurazione del monossido di carbonio e usufruire della consulenza antifumo (servizio previsto dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 18).

Ad eseguire le consulenze ci saranno il prof. Pasquale Caponnetto (coordinatore del Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania) e il dr. Carlo Bellanca (tra i neo collaboratori del CoEHAR – Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università di Catania).

Ezio Campagna

Siamo orgogliosi di partecipare a queste iniziative che mirano a diffondere e sensibilizzare, con aiuti oggi concreti, coloro che decidono di smettere di fumare salvaguardando la propria salute e quella di chi è accanto. Molto si è fatto ma ancora c’è tanto da fare, noi proseguiremo nel divulgare, monitorare e supportare eventi validi come questi, contribuendo anche a creare competenze e figure professionali nel campo della lotta al tabagismo” – così il presidente della Lega Italiana Anti Fumo, Ezio Campagna.

Domenica 6 Ottobre viale Ruggero di Lauria e via Artale Alagona saranno chiusi al traffico veicolare. Le iniziative si snoderanno tra percorsi sensoriali sull’abbattimento delle barriere architettoniche e progetti di promozione del volontariato, aree mediche dedicate anche a screening e spazi riservati a iniziative di protezione civile e sicurezza, primo soccorso, attenzione alle fragilità sociali e alle disabilità, con circa trecento volontari impegnati. Non mancheranno attività di intrattenimento all’insegna di musica, sport, cultura e gli stand del mercatino dell’artigianato. 

L’Autobus della Salute di AMT accoglierà le prenotazioni, aperte a tutti gratuitamente, degli screening per la diagnosi precoce del tumore al seno, per la cervice uterina e per il colon del retto. Oltre ovviamente alla misurazione del monossido di carbonio (efficace per valutare nell’immediato l’impatto del fumo di sigaretta convenzionale sui sistema polmonare).

Ricordiamo che a Catania è ancora attiva la campagna antifumo Io sono Astuto promossa dal CoEHAR, in collaborazione con AMT e LIAF.

Precedente La sigaretta elettronica non provoca infarto
Prossimo Nasce la prima community di project manager sulla Riduzione del Danno da Fumo

Autore

Gabriella Finocchiaro
Gabriella Finocchiaro 38 articoli

Gabriella Finocchiaro, giornalista siciliana impegnata da anni nelle più importanti emittenti televisive della Sicilia è la nuova redattrice del sito LIAF. Appassionata di sport, soprattutto di pallavolo e calcio, è stata consulente anche per amministrazioni locali e provinciali e portavoce di sindaci e presidenti. Microfono e telecamera in mano, Gabriella è il volto della cronaca e della politica regionale. Il suo primo amore è stato la radio, lo strumento che le ha consentito di entrare a far parte del mondo giornalistico. Ama il teatro, il cinema, la musica, gli animali e soprattutto la vita! Gabriella crede tantissimo nelle possibilità offerte dalla comunicazione sociale e dalla diffusione di messaggi positivi a tutela degli altri. Oggi si scommette in una nuova avventura con LIAF che trova già entusiasmante!

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

HEAT NO BURN: Il lancio oggi a Milano

Si chiama iQOS il nuovo prodotto della Philip Morris International (PMI) che si lancia oggi in Italia in 430 punti vendita del milanese. Stiamo parlando del dispositivo a tabacco riscaldato

News

Quando “Mamma Rai” non applicò le sanzioni per i “monelli fumatori”

Qualche giorno fa è stata confermata anche dalla Cassazione la condanna della Rai a risarcire, con quasi 32mila euro più interessi, i danni biologici e morali da fumo passivo subiti

In evidenza

Mark Slis, fumatore incallito salvato dallo svapo

Mark, 55 anni, fumatore incallito per 40, ha provato qualsiasi metodo immaginabile per smettere di fumare, sia negli Stati Uniti sia all’estero, ipnosi compresa. Quasi rassegnato, mentre passeggiava per le vie della sua città natale, si accorge di un nuovo negozio. Incuriosito, entra e 20 minuti dopo dichiara di “essere uscito da non fumatore”.