Al Vapitaly di Roma il couseling antifumo di LIAF

Al Vapitaly di Roma il couseling antifumo di LIAF

Il 9 e 10 novembre a Roma si svolgerà Vapitaly, l’appuntamento B2B dedicato al business, alla formazione e alle nuove opportunità del settore del vaping.

Accanto alla possibilità di creare opportunità di networking tra gli specialisti del settore, negozianti ed aziende, anche quest’anno si ripropone un percorso di workshop tematici riguardanti gestione fiscale, normative e comunicazione, tenuto da relatori ed esperti del settore.

Sabato 9 ottobre Pasquale Caponnetto, Coordinatore del CPCT – Centro Prevenzione e Cura del “Policlinico Vittorio Emanuele” di Catania e docente di Psicologia Clinica e Generale dell’Università di Catania e Marilena Maglia, ricercatrice del CoEHAR – Centro per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università, terranno un workshop sulle caratteristiche e sulle modalità del Counseling applicato alla lotta al tabagismo dedicato ai negozianti di sigarette elettroniche e a tutti gli esperti del settore.

Il Counselling, basato su un rapporto di fiducia reciproca tra il counsellor e il fumatore, permette al paziente di usufruire dell’assistenza e dell’aiuto di un professionista in merito alla decisione di abbandonare il fumo della sigaretta convenzionale.

Pasquale Caponnetto e Marilena Maglia analizzeranno gli aspetti fondamentali dell’attività di counseling, dal colloquio motivazionale sino alle strategie comunicative necessarie per incentivare la scelta personale e non ricadere della dipendenza da fumo. 

Sappiamo che i sintomi di astinenza da fumo sono numerosi e possono essere difficili da affrontare. Smettere con l’aiuto di personale specializzato aiuta ad affrontare la sfida in maniera più forte.

Ricordiamo che le caratteristiche principali del counselling sono il tempoche al contrario di quanto si pensa non può essere precipitoso; l’accettazione perché il fumatore deve imparare ad accettarsi indipendentemente dal riuscire o meno a smettere di fumare e una buona alleanza tra counsellor e fumatore, impegnati ugualmente con lo stesso obiettivo. 

Precedente Scegliere di svapare: benessere o minaccia?
Prossimo La Realtà Virtuale aumenta la motivazione a smettere di fumare

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Curiosità

I mozziconi che non fanno germogliare le piante

I mozziconi di sigarette costituiscono uno dei fattori d’inquinamento ambientale maggiormente diffusi anche per le piante.

Approfondimenti

LIAF in Parlamento per dire NO al fumo nei corridoi

Il presidente LIAF, Lidia Proietti, sostiene la battaglia dell’onorevole Arianna Spessotto, deputato del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, che da alcuni mesi si batte perché venga rispettato il divieto di fumo nelle stanze di Montecitorio, proprio li dove la legge è stata emanata.

In evidenza

Chicago: Zeller e Polosa a un convegno per discutere il futuro delle e-cig in USA

FDA e LIAF si incontrano al meeting annuale organizzato da SFATA – associazione statunitense dell’industria dello svapo – per discutere di regolamentazione e opportunità per l’e-cig negli USA. Mitch Zeller e Riccardo Polosa, noti esponenti delle due organizzazioni per la prima volta in un dialogo a tu per tu, trovano un punto d’incontro: la scienza deve essere alla base di ogni normativa antifumo.