Asma e sigaretta elettronica. Un nuovo studio su Discovery Medicine

Asma e sigaretta elettronica. Un nuovo studio su Discovery Medicine

Benefici a lungo termine nei fumatori asmatici che passano alla sigaretta elettronica” – è questo il risultato di un altro studio condotto dal team ricercatori dell’Università degli Studi di Catania, guidato dal prof. Riccardo Polosa e pubblicato di recente sulla prestigiosa rivista scientifica Discovery Medicine.

I ricercatori hanno analizzato lo stato di salute di 18 pazienti con asma lieve e moderata che hanno smesso di fumare passando alla sigaretta elettronica. La valutazione prospettica di 16 di questi pazienti ha dimostrato significativi miglioramenti dei sintomi respiratori e dei test di funzionalità polmonare, anche se non sono state registrate variazioni significative nei tassi di riacutizzazione, probabilmente perché tutti i fumatori soffrivano di asma non severa.

Risultati simili sono stati trovati inoltre nei dual user, cioè in coloro che fumano e svapano contemporaneamente.
Nella maggior parte degli studi sino ad ora pubblicati è stato dimostrato che i pazienti affetti da asma che fumano presentano un calo della funzionalità polmonare con una maggiore ostruzione delle vie aree. E ancor peggio, in questi pazienti si riscontra una minore risposta agli effetti dei farmaci antiasmatici.
Smettere di fumare è per gli asmatici un passo indispensabile, fondamentale per una cura efficace, tuttavia non sempre è facile per alcuni smettere definitivamente ed improvvisamente.
image1

Prof. Riccardo Polosa

“Con questo studio confermiamo ancora una volta – spiega il primo autore, Riccardo Polosa – che l’uso della sigarette elettronica (invece di quella convenzionale) in alcuni pazienti migliora i risultati terapeutici. Nei pazienti asmatici smettere di fumare, passando alle elettroniche, assicura effetti benefici anche nel lungo termine”.

Dott. Davide Campagna

Dott. Davide Campagna

massimocaruso

Dott. Massimo Caruso

Secondo i ricercatori catanesi, infatti: “L’uso delle e-cig può addirittura invertire i danni da fumo di tabacco nei pazienti che  fumano” – ha spiegato il dott. Massimo Caruso. E a testimoniarlo è stato a nche il dott. Davide Campagna che ha presentato i risultati dello studio nell’ambito del recente convegno organizzato a Los Angeles dall’American Academy di Allergologia, Asma e Immunologia (AAAA&I): “Questo studio prospettico – ha detto Campagna – conferma che l’uso delle elettroniche migliora i risultati oggettivi e soggettivi del trattamento dell’asma e dimostra che gli effetti benefici possono persistere anche nel lungo termine”.  

 

Previous Giornata di prevenzione contro i tumori del cavo orale. “SIGARETTA 4000 VOLTE PIU’ RISCHIOSA”
Next The Lancet: pubblicata, dopo 7 mesi, la contestazione degli scienziati pro-ecig

About author

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 185 posts

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare come consulente per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo. Valeria è oggi press office di LIAF e collabora anche con istituzioni ed enti pubblici diversi.

View all posts by this author →