Articoli di Valeria Nicolosi

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 229 articoli

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare come consulente per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo. Valeria è oggi press office di LIAF e collabora anche con istituzioni ed enti pubblici diversi.

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Christopher Russell

Christopher Russell è Ricercatore Senior presso il Centre for Drug Misuse Research di Glasgow (UK). Laureato in Psicologia e specializzato in Terapia cognitivo-comportamentale.

Curiosità

Gravidanza e prodotti sostitutivi della nicotina: quali rischi?

Uno studio condotto all’Università di Nottingham evidenzia che l’uso di gomme e cerotti alla nicotina in stato di gravidanza può presentare rischi per la salute del nascituro, soprattutto di tipo respiratorio. Il prof. Polosa commenta i risultati.

Curiosità

“Smetto di fumare perché sono vanitosa”

“Voglio smettere di fumare per vanità” – è quanto leggiamo in un articolo pubblicato da una giovane trentenne alle prese con la gestione del suo blog e dei suoi stati d’animo. Vanità e regolamentazione del sistema pubblico, due motivazioni che hanno suscitato l’interesse di LIAF

News

Vapeshop: come aumentare le probabilità dei fumatori di smettere

Uno studio pilota condotto dall’Università di Catania, in collaborazione con il CNR di Palermo e l’INSERM di Parigi, dimostra che i fumatori che passano alla sigaretta elettronica hanno più probabilità di successo nella cessazione se supportati da negozianti preparati che conoscono bene il prodotto e la psicologia del fumatore.

Approfondimenti

E-cig e polmone: le prove a sostegno di una riduzione del danno provocato dal fumo

Il Responsabile Scientifico LIAF, prof. Riccardo Polosa, dimostra sulla nota rivista scientifica BMC Medicine come il passaggio alla sigaretta elettronica migliori i sintomi respiratori dei fumatori.

News

E-cig e riduzione del danno fumo correlato: i risultati presentati al Parlamento britannico

Grande interesse e buone prospettive da parte dei deputati inglesi del gruppo parlamentare che si occupa di sigarette elettroniche per il governo britannico. Le prove scientifiche apportate dal prof. Riccardo Polosa a favore di un uso dell’e-cig come strumento per ridurre il danno provocato dal fumo di sigaretta hanno convinto i parlamentari a rivedere le proprie posizioni.

Iniziative

LIAF in Parlamento per dire NO al fumo nei corridoi

Il presidente LIAF, Lidia Proietti, sostiene la battaglia dell’onorevole Arianna Spessotto, deputato del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, che da alcuni mesi si batte perché venga rispettato il divieto di fumo nelle stanze di Montecitorio, proprio li dove la legge è stata emanata.

Approfondimenti

Relazioni pericolose tra asma e fumo, esiste una alternativa

Importanti aggiornamenti sulle relazioni pericolose esistenti tra ansia e fumo. Questa mattina il prof. Riccardo Polosa, direttore scientifico di LIAF è intervenuto in diretta alla trasmissione radiofonica Piazza in Blu, in onda tutte le mattine su Radio in Blu, l’agenzia radiofonica della Conferenza episcopale Italiana.

News

E-cig: nel futuro potrebbe essere usata come strumento per somministrare farmaci

Secondo il prof. Polosa – invitato dalla Glaxo Smith Kline (GSK) nell’ambito del loro 21esimo Forum Scientifico sulla Medicina Respiratoria, nei pressi di Copenaghen – le sigarette elettroniche potranno essere impiegate anche per la somministrazione di farmaci, assicurando una migliore efficacia e una maggiore aderenza per i pazienti.

Approfondimenti

Riccardo Polosa: lo scienziato che ha prodotto più pubblicazioni al mondo nel campo della sigaretta elettronica

L’Università di Catania è tra le istituzioni scientifiche più produttive al mondo nella ricerca applicata alle sigarette elettroniche, seconda solo alla blasonata “Food and Drug Administration” (FDA) statunitense. Il prof.