Calcio a 5: quinto posto per la UNICT sponsorizzata dalla LIAF

Calcio a 5: quinto posto per la UNICT sponsorizzata dalla LIAF

Dal 12 al 19 giugno 2005 si è disputato a Marina di Orosei (NU) il 12° Campionato Nazionale di calcio a 5 riservato ai dipendenti delle Università italiane. L’importante avvenimento sportivo quest’anno ha visto in campo ben 27 rappresentative provenienti da atenei di tutta Italia. In linea con la filosofia della Lega Italiana Anti Fumo – LIAF che sposa principi antifumo con quelli salutistici dello sport, si è voluto sponsorizzare la squadra di calcio a 5 dell’Università di Catania (UNICT). La compagine UNICT ha superato agevolmente la fase eliminatoria vincendo contro le ben quotate squadre dell’Università di Torino Statale e dell’Università di Napoli “Federico II”, conseguendo infine un lusinghiero piazzamento (5° posto).

Un’ottima condizione atletica ed un buon tasso tecnico, insieme allo spirito di gruppo, hanno permesso alla rappresentativa dell’ateneo catanese, guidata dal bravo e capace allenatore Ciccio Calì, di piazzarsi immediatamente a ridosso delle prime. Il mister, insieme con i dirigenti (Fabio Sorbello e Mimmo Recupero) ed il capitano della squadra (Nuccio Mangione) è riuscito a dar vita ad un organico molto unito e tenace (composto dai calciatori Andrea Barbagallo, Maurizio Centamore, Ludovico Lo Nigro, Massimo Paratore, Nicolò Savalli, Salvo Sicilia, Fabio Sorbello e Giuseppe Zappata) che ha risposto con grande spirito di sacrificio, orgogliosi anche di portare sulle maglie lo sponsor della LIAF gentilmente concesso dal proprio responsabile nazionale, prof. Riccardo Polosa.

Un ringraziamento va anche all’A.D.D.U.C. (Associazione Dopolavoristica dei Dipendenti dell’Università di Catania) che ha organizzato la partecipazione al Campionato Nazionale e che da sempre, anche grazie al fattivo contributo dell’Amministrazione Universitaria e del C.A.S.R., realizza iniziative sportive, sociali e culturali a favore del personale.

Precedente Sconfiggere le sigarette con il vaccino?
Prossimo Il sindaco di Catania socio onorario LIAF

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Iniziative

53 esperti scrivono all’Oms: «Le e-cig aiutano a ridurre i danni». Tra loro gli italiani Polosa, Tirelli e Veronesi

Un gruppo internazionale di 53 scienziati di cui fa parte anche il prof. Riccardo Polosa, direttore scientifico di LIAF ha scritto ai vertici dell’Organizzazione mondiale della sanità per sventare il

In evidenza

Acitrezza (CT) – Dal 29 Aprile al 1 Maggio LIAF partecipa a Telethon D’Amare

Dal 29 Aprile all’1 Maggio anche la Lega Italiana Anti Fumo partecipa all’iniziativa “Telethon d’aMare” che si terrà nello splendido scenario di Acitrezza nell’ambito della manifestazione ‘Navigando per Trezza’ ”. Attività subacquea e ricerca scientifica collaboreranno insieme per la riuscita di uno degli eventi più attesi dell’anno.

In evidenza

La sigaretta elettronica non fa venire il cancro

“Si muore per il catrame non per la nicotina ed è per questo che le sigarette elettroniche non fanno venire il cancro” – ha aperto cosi il suo intervento nell’Istituto Clinico Humanitas di Milano il prof. Riccardo Polosa.