Caponnetto a New York per parlare di fumo e psicopatologia

Caponnetto a New York per parlare di fumo e psicopatologia

L’attività del Centro Antifumo del A.O. “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania atterra negli Stati Uniti.

Il prof. Pasquale Caponnetto, infatti, è stato ospite della City University e della Cornell University di New York per parlare di smoking cessation e per presentare le novità raggiunte in questo campo grazie alle ricerche condotti nei laboratori dell’Università degli Studi di Catania.

Durante la sua trasferta americana, Caponnetto ha presentato agli studenti delle due prestigiose università della City una importante ricerca sulle relazioni che intercorrono tra fumo e psicopatologia e ha spiegato loro quali sono le opportunità date dall’utilizzo della sigaretta elettronica sopratutto nei soggetti affetti da schizofrenia.

 

Precedente E-cig, a Manchester una conferenza dell’industria indipendente
Prossimo UK: Oltre il 50% degli svapatori ha messo da parte la sigaretta

Autore

Pasquale Caponnetto
Pasquale Caponnetto 2 articoli

Pasquale Caponnetto è Ricercatore e Docente di Psicologia Clinica e Generale presso l’Università degli Studi di Catania. La sua ricerca si è concentrata sulla psicologia della salute, tabagismo tra gli adolescenti e gli adulti e ha lavorato su ricerche riguardanti psicopatologia, asma, diabete e sigaretta elettronica. E' riconosciuto come esperto internazionale sulla dipendenza da tabacco e fra i pionieri degli studi sul fenomeno emergente delle sigarette elettroniche dei quali studia prevalentemente gli aspetti psicocomportamentali e sociorelazionali. Da anni collabora con la Lega Italiana Antifumo e firma le ricerche scientifiche più importanti per la lotta al tabagismo. Oggi è anche responsabile del Centro Antifumo del Policlinico universitario di Catania.

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Approfondimenti

Sigarette light e tumore del polmone: qual è la verità

Non è una novità che chi fuma ha un rischio maggiore di sviluppare un cancro del polmone rispetto a chi non ha mai fatto uso di tabacco, ma che fumare

Approfondimenti

Il fumo resta la causa primaria del cancro

Aumentano i numeri del cancro e la causa primaria resta il fumo. E’ stato presentato infatti il volume sui numeri del cancro. Secondo gli esperti, i numeri sono in linea

News

Prof. Purrello: “Il fumo può causare il diabete”

Il fumo può causare il diabete. Infatti i fumatori hanno un rischio del 30-40% maggiore di sviluppare la malattia rispetto ai non fumatori e, maggiore è il numero di sigarette fumate