Un documentario di Foundation for a Smoke Free World racconta il centro di ricerca CoEHAR, un’eccellenza siciliana

Un documentario di Foundation for a Smoke Free World racconta il centro di ricerca CoEHAR, un’eccellenza siciliana

Catania, 9 Gennaio 2019 – I media americani hanno diffuso il documentario, realizzato a Catania dalla regista Melonie Koastman e promosso dalla Foundation For a Smoke Free World, sulle attività scientifiche del CoEHAR, il Centro di Eccellenza Internazionale per la Ricerca sulla Riduzione del Danno da Fumo diretto dal prof. Riccardo Polosa dell’Università degli Studi di Catania. 

Il CoEHAR è il primo centro di ricerca al mondo con un focus scientifico sulla riduzione del danno che utilizza macchinari ad alta tecnologia e riunisce centinaia di ricercatori e decine di università straniere. Il Centro oggi è formato da 50 docenti afferenti a 12 Dipartimenti diversi dell’ateneo catanese ed un Comitato Scientifico Indipendente, composto da studiosi di fama mondiale. Grazie a numerosi accordi quadro di Cooperazione, il CoEHAR collabora con più di 20 università sparse in tutto il mondo (Stati Uniti, Inghilterra, Marocco, India, Indonesia, Nuova Zelanda, Romania, Grecia, Iran, Svezia, Polonia, Brasile e Russia). 

Una collaborazione scientifica internazionale che vede l’ateneo catanese all’apice di una rivoluzione culturale che potrebbe far conquistare a Catania il titolo di capitale mondiale della Riduzione del Danno. Questo il commento del prof. Riccardo Polosa: “Siamo orgogliosi di poter portare i risultati della nostra ricerca nel mondo. Credo che la vera mission di un buon sistema universitario sia creare percorsi di eccellenza in grado di accogliere e fare esprimere al meglio le idee dei nostri ricercatori in un circuito di prestigio internazionale”. 

Precedente Nicotina: falsi miti e verità
Prossimo Salute polmonare e sigaretta elettronica: nessun danno

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

Fumo passivo: il vapore emanato dalle sigarette elettroniche non è un pericolo

Un nuovo studio clinico commissionato dal National Vapers Club USA e pubblicato sulla rivista Inhalation Toxicology, dimostra che il vapore emanato dalle sigarette elettroniche non è nocivo per le persone e non modifica la qualità dell’aria degli ambienti chiusi. Pertanto vengono meno le condizioni per il rischio di “fumo passivo” con le sigarette elettroniche.

Iniziative

On line il bando di idee per la realizzazione del logo CoEHAR

On line il bando per il concorso di idee volto alla realizzazione del logo di CoEHAR, il Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università di Catania. Il miglior creativo vincerà un premio di 500 euro e sarà premiato durante la cerimonia inaugurale del Centro.

In evidenza

GFN 2015: si conclude la più importante kermesse scientifica sulla nicotina

Si è concluso a Varsavia il secondo Forum Mondiale sulla Nicotina (Global Forum on Nicotine – GFN). Centinaia i partecipanti a quella che si è ormai confermata come la più importante manifestazione al mondo sulla nicotina. Scienziati, medici, ricercatori, esperti del settore, istituzioni e soggetti politici si sono riuniti ancora una volta nell’Hotel Marriott di Varsavia per affrontare in maniera specifica le grandi problematiche derivanti dal fumo di sigaretta convenzionale.