Dopo la legge antifumo: Aria più pulita al bar

Dopo la legge antifumo: Aria più pulita al bar

E’ cambiata l’aria nei bar e nei ristoranti italiani. Le prime misurazioni effettuate nei locali pubblici dopo l’entrata in vigore della legge antifumo hanno evidenziato una notevole dimi­nuzione dei livelli di inquinamento legati al fumo di tabacco. L’indagine, condotta sotto la direzio­ne dell’Istituto Superiore di Sanità, ha riguardato quaranta esercizi pubblici di Roma, ripartiti tra bar, pub, ristoranti, fast food e sale giochi. In pratica, sono stati messi a confronto i dati di inquina­mento misurati prima e dopo il varo della legge antifumo. Prima dell’applicazione della legge in questi quaranta bar la situazione per i fumatori non era omo­genea: in diciassette di questi pubblici esercizi vigeva il divieto assoluto di fumo, nove avevano aree particolari ri­servate per i fumatori, mentre nei rima­nenti quattordici si poteva liberamente fumare senza alcuna restrizione. I rilievi sono stati effettuati senza preavviso e in orario di massimo af­follamento.

Rispetto alle rilevazioni compiute nel 2004, quando ancora si poteva fumare nei bar pubblici italiani, i livelli di inquinamento da sigaretta sono diminuiti drastica­mente: i valori del particolato molto fine, che se inalato danneggia l’appa­rato respiratorio, sono calati di oltre il 75%. Prima dell’entrata in vigore della legge antifumo, nei pubblici eserci­zi dove il ricambio d ‘aria era minore (in particolare ristoranti, sale giochi e pub) si registravano livelli medi di in­quinamento da particolato molto fine addirittura superiori a quelli registrati nelle strade adiacenti.

Precedente Campagna Antifumo "Spegnimi"
Prossimo Conferenza SIMG

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Iniziative

Vapeshop: come aumentare le probabilità dei fumatori di smettere

Uno studio pilota condotto dall’Università di Catania, in collaborazione con il CNR di Palermo e l’INSERM di Parigi, dimostra che i fumatori che passano alla sigaretta elettronica hanno più probabilità di successo nella cessazione se supportati da negozianti preparati che conoscono bene il prodotto e la psicologia del fumatore.

In evidenza

I Project manager della ricerca clinica alla prima edizione della ISPM

Il direttore del CoEHAR, prof. Riccardo Polosa, ha inaugurato la “International Summer School on Project Management (ISPM)” nei locali del Palazzo centrale dell’ateneo catanese.

News

La BBC vieta l’uso delle sigarette elettroniche nei propri uffici: una questione di “etichetta”, non di salute pubblica

La BBC è stata duramente criticata da ECITA, l’associazione britannica che riunisce le industrie del settore e-cig, e dai due più noti esperti mondiali di vapagismo Polosa e Farsalinos per