Estate, quando il tuo vicino di casa fuma in continuazione

Estate, quando il tuo vicino di casa fuma in continuazione

Tra le tante domande che arrivano ai nostri esperti LIAF, una di certo è quella più frequente: “Il mio vicino di casa fuma in continuazione e il suo fumo arriva sempre dentro casa mia. Come faccio?”

Venerando Rapisarda, medico del lavoro ed esperto di ambiente e fumo

Beh, in realtà, non esistono norme che vietino al vicino di casa di fumare in casa propria, ne tantomeno di diminuire il numero di sigarette fumate. L’unica soluzione è valutare le situazioni caso per caso.

Oggi, grazie al supporto del dott. Venerando Rapisarda (medico del lavoro ed esperto di ambiente e fumo) vi proponiamo alcune soluzioni pratiche che in questi casi potrebbero essere applicate. Ecco quali sono:

  1. La prima in assoluto è quella più immediata e diretta: consigliate al vicino di casa di smettere, dategli supporto, consigli e suggerimenti, mostrando quali sono i reali danni ai quali va incontro continuando a fumare.
  2. Parlate con il vostro amministratore di condominio e valutate insieme a lui la possibilità di aumentare il flusso d’aria, anche esterna, in relazione alle caratteristiche dello stabile.
  3. Se il proprietario è un affittuario chiedete di inserire la clausola del divieto di fumo nel contratto d’affitto.
  4. Usate in casa sistemi di termo-condizionamento dotati di filtri che abbattono il particolato.
  5. Nei casi di gravi malattie e/o infezioni importanti valutate la possibilità di rivolgervi ad un giudice per farvi tutelare rispetto alla vostra precaria situazione di salute.

 

Inoltre, se riesci bene con il fai da te, ci sono alcuni strumenti che puoi applicare per evitare che il fumo entri in casa:

  1. Intanto individua il punto (o i punti) di ingresso del fumo passivo.
  2. Prova a capire in quale parte della casa fumano di più i tuoi vicini e (se possibile) cerca di proporre loro un compromesso. Ad esempio: “si fuma solo in cucina o in balcone”.
  3. Sigilla gli spazi vuoti degli isolamenti. Valuta di sigillare gli spazi intorno ai lampadari, ad esempio, oppure  intorno alle prese d’aria.
  4. Applica dei paraspifferi sotto le porte che si aprono nei corridoi o nelle zone comuni.
  5. Sigilla gli infissi delle finestre con del mastice o guarnizioni.
  6. Installa dei ventilatori a incasso alle finestre.

 

Precedente Legge antifumo in Italia, la rete non è il luogo delle risposte
Prossimo FDA - Meno nicotina nelle sigarette e più respiro per il settore delle e-cig

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

10 motivi per smettere o ridurre il danno da fumo

Nuova puntata con “Gli influenti dello svapo”. Ai microfoni di LIAF, il prof. Fabio Beatrice. “Riduzione del rischio fumo, a che punto siamo in Italia?”

Comunicati stampa

9 NUOVI PROGETTI DI RICERCA PER SMETTERE DI FUMARE E RIDURRE IL DANNO DA FUMO

Riccardo Polosa, direttore del Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università degli Studi di Catania (CoEHAR) ha presentato nove nuovi progetti di ricerca per smettere di fumare e ridurre il danno da fumo. Con lui, il presidente della Foundation for a Smoke-Free World, Dr. Derek Yach, il direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università degli Studi di Catania, Francesco Purrello e l’assessore alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza.

Approfondimenti

Sigarette elettroniche: tutto ciò che non è stato detto a “Tutta Salute”

Intervenuta durante la trasmissione “Tutta Salute”, la dott.ssa Roberta Pacifici, direttore del Dipartimento di Farmacodipendenza, tossicodipendenza e doping all’Istituto Superiore di Sanità, ha fornito agli spettatori una serie di informazioni che riteniamo doveroso dover qui approfondire.