ExpoBimbo 2013: 600 visite antifumo

ExpoBimbo 2013: 600 visite antifumo

Per il quarto anno consecutivo LIAF ed i suoi volontari (Dr.ssa Angela Alamo, Dr.ssa Marilena Maglia, Dr.ssa Cinzia Luca, Dr.ssa Mirella Paternò, Silvia Longo, Sottile Giulia, Marta Tortorici, Cristina Baldi, Federica Marano, Federica Scrofani) partecipa alla fiera per l’infanzia Expobimbo registrando circa 600 visite antifumo!
LIAF Lega Italiana Antifumo in collaborazione con i Centri Antifumo dell’Az. Ospedaliera “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania ha partecipato ad Expobimbo, la fiera dedicata ai genitori e ai loro bimbi, che si è tenuta presso l’Ente Fiera di Etnapolis Catania dal 18 al 20 ottobre.
L’equipe di medici e psicologi esperti in cure antitabagiche hanno effettuato circa 600 visite antifumo ai partecipanti di Expobimbo.
Anche quest’anno LIAF ritiene un successo la partecipazione ad Expobimbo per la prevenzione antitabagica.
<<Siamo onorati di potere aiutare concretamente sempre più genitori a vivere meglio. I bimbi sono i più bravi motivatori nell’aiutare i grandi a smettere di fumare – afferma il Dr. Pasquale Caponnetto, del Centro per la Prevenzione e Cura del Tabagismo dell’Università di Catania e responsabile scientifico per l’area psicologica della LIAF-Onlus>>.
<< Di anno in anno incrementa il numero di persone che si recano allo stand LIAF di Expobimbo per lo screening gratuito antifumo a dimostrazione dell’importante gemellaggio LIAF-Expobimbo – afferma il Dott. Antonio Pacino Presidente LIAF >>.
Di seguito i dati delle visite effettuate ad Expobimbo e dei fumatori, circa il 10% ogni anno, che si sono recati presso il Centro per la Prevenzione e Cura del Tabagismo dell’Ateneo di Catania (CPCT).
table
Precedente ExpoBimbo: Prevenzione Antifumo per mamme e papà
Prossimo La sigaretta elettronica: "Porta d'uscita dal fumo convenzionale"

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Iniziative

CEN a Catania: In Europa il mercato è sicuro

CEN a Catania: “Dal 2020, previste ulteriori iniziative per prevenire aggiunte incontrollate di nuovi ingredienti nei liquidi per sigarette elettroniche. Inoltre, controllo serrato sulla presenza di eventuali contaminanti”.

Curiosità

Settembre il mese giusto per smettere

Tutti i periodi dell’anno sono buoni per smettere di fumare ma il mese di settembre è ancora più propizio per cercare di raggiungere questo obiettivo. A spiegarci in perché nel video che oggi vi proponiamo è il Prof. Pasquale Caponnetto, coordinatore del CPCT Centro Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico “Vittorio Emanuele di Catania”.

Approfondimenti

Linda Bauld è il nuovo membro del Comitato Scientifico LIAF

All’indomani della pubblicazione del nuovo report sulle sigarette elettroniche di Public Health England, Linda Bauld, una delle autrici di questo storico documento, entra a far parte del Comitato Scientifico internazionale per la ricerca applicata alle sigarette elettroniche.