Fatti un selfie mentre svapi!

Fatti un selfie mentre svapi!

Il termine “svapare” entra ufficialmente a far parte del vocabolario della lingua italiana. Tra i lemmi del famoso Zingarelli, il vocabolario italiano più popolare, nel 2015 ci sarà anche la nuvola di vapore della sigaretta elettronica e con un riferimento semantico del tutto positivo: con il verbo svapare si indica infatti il modo di creare una nuvola di vapore prodotta dall’utilizzo della sigaretta elettronica.
“La storia ci racconta che la lingua accompagna le evoluzioni della società, definendone i cambiamenti con parole nuove e condivise. Svapare è un termine ormai comunemente diffuso sia nel linguaggio comune che in quello scientifico. Ci auguriamo – ha commentato il prof. Riccardo Polosa – che l’ingresso di questo verbo nel vocabolario italiano possa in futuro rappresentare la messa al bando del verbo fumare. E, perché no, favorire anche l’introduzione di ‘vapagismo’, neologismo che ho coniato dall’unione della radice inglese vape- (svapare) e la desinenza -gismo, per indicare il comportamento positivo di chi svapa, come contrapposizione netta al termine ‘tabagismo’ che invece rappresenta tutta la negatività della dipendenza dal fumo di sigaretta.”
LIAF ha accolto con sano entusiasmo la notizia. L’ingresso nel vocabolario della parola più usata dagli utilizzatori di sigaretta elettronica denota, infatti, una diffusione popolare dell’e-cig, utilizzata da migliaia di fumatori come alternativa valida per smettere di fumare.
E se tra le nuove parole italiane del 2015 c’è anche il popolarissimo “selfie” – l’autoscatto con il cellulare, spesso destinato alla condivisione sui social network – allora oggi LIAF lancia un nuovo gioco, un modo divertente per sostenerci ed aiutarci nella quotidiana lotta contro il fumo di sigaretta.
Se anche tu vuoi aiutarci,
 
FAI UNA DONAZIONE A LIAF e poi condividi
 
“IL TUO SELFIE MENTRE SVAPI”
 
su Facebook e tagga Lega Italiana Anti Fumo
 
Precedente A Catania si è detto: “STOP!” LIAF presenta il programma per dire basta alle sigarette tradizionali
Prossimo A Mosca l’OMS decide: e-cig come sigarette tradizionali

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

Dopo 38 anni di fumo diventa svapatore:”Pensavo a quanto mi sarebbe rimasto da vivere”

450 casi di malattie polmonari e sei morti: si apre così il bilancio della settimana negli Stati Uniti, con Donald Trump sempre più intenzionato a ritirare dal commercio i prodotti aromatizzati per le sigarette elettroniche, seguendo l’esempio di città come San Francisco, dove la vendita è già stata vietata.

In evidenza

India: Riccardo Polosa sollecita il governo a riconsiderare il divieto sulle elettroniche

Intervistato anche dalla televisione nazionale indiana, lo scienziato catanese sta sollecitando il governo a riconsiderare la raccomandazione del divieto assoluto dei dispositivi a rischio ridotto proprio per il bene della salute pubblica nazionale.

News

La BBC vieta l’uso delle sigarette elettroniche nei propri uffici: una questione di “etichetta”, non di salute pubblica

La BBC è stata duramente criticata da ECITA, l’associazione britannica che riunisce le industrie del settore e-cig, e dai due più noti esperti mondiali di vapagismo Polosa e Farsalinos per