Giornata mondiale dell’asma 2016 – Priorità alla lotta al tabagismo

Giornata mondiale dell’asma 2016 – Priorità alla lotta al tabagismo

In occasione della Giornata Mondiale dell’Asma indetta per oggi, martedì 3 maggio 2016, dall’Organizzazione Internazionale GINA (Global Iniziative for Asthma), anche quest’anno i medici del Reparto di Medicina Interna e D’Urgenza del Policlinico di Catania con il sostegno dei ricercatori della Lega Italiana Anti Fumo hanno collaborato alla promozioWAD-2016-Logo-01-1ne delle attività di sensibilizzazione sul tema della prevenzione e cura dell’asma in ambito internazionale.
Ricordiamo, infatti, che proprio l’Università degli Studi di Catania e LIAF sono tra i partner più importanti del progetto di ricerca europeo U-BIOPRED dedicato alla scoperta di nuovi farmaci per la gestione dell’asma grave.
“I successi per la giornata mondiale dedicata all’asma certificano l’importanza di questo appuntamento che ogni anno vede impegnati centinaia di ricercatori in tutto il mondo che si battono per trovare cure adeguate e sufficienti per i pazienti affetti da asma grave. Per prevenire e combattere l’asma però la lotta al tabagismo deve assumere priorità internazionale” – ha ricordato il prof. Riccardo Polosa, responsabile scientifico della LIAF.
Grazie ad uno studio pubblicato di recente sulla prestigiosa rivista scientifica Discovery Medicine, peraltro, sono stati proprio i ricercatori del gruppo di ricerca catanese guidato da Polosa a dimostrare per la prima volta che nei fumatori asmatici che passano alla sigaretta elettronica si riscontrano importanti benefici a lungo termine. “Con l’ultimo studio che abbiamo pubblicato sulla ricerca dedicata alla prevenzione e cura dell’asma grave, abbiamo confermato – ha concluso lo scienziato catanese – che l’uso della sigarette elettronica (invece di quella convenzionale) in alcuni pazienti migliora i risultati terapeutici”.
Precedente Royal College of Physicians: l'Ordine dei Medici inglesi incoraggia l'uso delle e-cig per ridurre i danni causati dal fumo
Prossimo "The Times" palcoscenico di una nuova polemica scientifica sulla riduzione del rischio

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Iniziative

On line il bando di idee per la realizzazione del logo CoEHAR

On line il bando per il concorso di idee volto alla realizzazione del logo di CoEHAR, il Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università di Catania. Il miglior creativo vincerà un premio di 500 euro e sarà premiato durante la cerimonia inaugurale del Centro.

Comunicati stampa

IL FUMO AGGRAVA IL DIABETE. IL COEHAR VAGLIA NUOVE SOLUZIONI PER SMETTERE

Nuovo report del CoEHAR (Centro di Ricerca per la Riduzione del danno da Fumo dell’Università di Catania) che affronta il problema del fumo e diabete a tutto tondo e pone le basi per delineare nuove e innovative soluzioni per la valutazione dell’impatto della sigaretta elettronica nel paziente diabetico fumatore. Il report “Smoking and Diabetes: Dangerous Liaisons and Confusing Relationships” è stato pubblicato in questi giorni sulla prestigiosa rivista scientifica Diabetology & Metabolic Syndrome.

I nostri ricercatori

Chi è Venera Tomaselli ?

Venera Tomaselli was a researcher in Statistics from 1993 to 2002. Since 2002 she is Associate Professor of Social Statistics at the Department of Political and Social Sciences, University of Catania.