Global Forum on Nicotine 2015

Global Forum on Nicotine 2015

Vista la grande partecipazione alla prima edizione dell’anno scorso, si rinnova l’appuntamento con il Forum Mondiale sulla Nicotina (Global Forum on Nicotine – GFN), previsto per il 5 e 6 giugno 2015 a Varsavia al Warsaw Hotel Marriott.
La ricerca sulla nicotina è in rapido sviluppo, la regolamentazione dei prodotti contenenti nicotina è in cima all’agenda politica di mezzo mondo e i consumatori sono preoccupati sulla disponibilità nel lungo termine di tali prodotti. C’è un consenso nascente tra molti nel campo della scienza e della salute pubblica sulla relativa sicurezza dei nuovi dispositivi nicotinici e di altri prodotti non combustibili, anche se lo scetticismo continua a mantenere il dibattito acceso.
Supportato ufficialmente anche da LIAF, il GFN si inserisce in questo panorama come unico forum aperto a tutti in cui scienza e politica sulla nicotina si incontrano, ovvero in cui le più recenti evidenze scientifiche sulla riduzione del danno provocato dal fumo di tabacco vengono discusse per fornire opzioni di politiche di prevenzione e controllo del tabagismo efficaci.
Il tema principale del 2015 è “un finale diverso” – quello che potrebbero prospettare i prodotti nicotinici a basso rischio espositivo in termini di riduzione del tasso di tabagismo nel mondo. Le sessioni affronteranno inoltre le ultime scoperte scientifiche, gli sviluppi normativi e le politiche, e il mutevole paesaggio delle parti interessate.
Molto atteso l’intervento del Dr. Hon Lik, il farmacista cinese che, dopo anni di ricerche, brevettò nel 2003 la prima sigaretta elettronica a Beijing, e la premiazione del miglior Giovane Ricercatore 2015 (Young Research Award), che sarà consegnato al Dr. Chris Russell, del Centre for Drug Misuse Research di Glasgow, nochè orgogliosamente ricercatore LIAF, che in quella occasione presenterà al mondo il sondaggio su percezioni ed esperienze legate all’uso delle sigarette elettroniche di cui vi abbiamo già parlato.
Attesissimo anche l’intervento del prof. Riccardo Polosa, che illustrerà le prove scientifiche a sostegno di unainversione del danno fumo correlato favorito dal passaggio alle sigarette elettroniche.
Punti salienti del programma includono le seguenti tematiche:
Cina: uso delle e-cig, politiche di controllo del tabacco, produttori e standard
L’esperienza scandinava dello snus
Standard per i prodotti contenenti nicotina
Consumatori – aggiornamenti sulle politiche e campagne
Smettere con l’e-cig e lo snus
Nuovi prodotti a basso rischio
I giovani e la riduzione del rischio
Per informazioni, iscrizioni e aggiornamenti, consulta il sito ufficiale del Global Forum on Nicotine:
Precedente Sondaggio sulle sigarette elettroniche: collabora anche tu alla Ricerca
Prossimo Chicago: Zeller e Polosa a un convegno per discutere il futuro delle e-cig in USA

Autore

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 224 articoli

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare come consulente per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo. Valeria è oggi press office di LIAF e collabora anche con istituzioni ed enti pubblici diversi.

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Iniziative

Global Forum on Nicotine 2014

L’arrivo di nuovi sistemi di somministrazione della nicotina, insieme ad altre alternative a basso rischio, ha da tempo avviato rapidi cambiamenti nell’approccio scientifico, nella percezione del pubblico, e nel panorama

Iniziative

V Meeting Annuale U-BIOPRED: ottenuto un altro anno di finanziamento per la ricerca sull’asma grave

U-BIOPRED continua ancora. Fino al 2015 approvato il finanziamento per il progetto europeo quinquennale sull’asma grave, che vede coinvolti dal 2009 ben 40 partner, tra università, istituti di ricerca, industrie

News

I primi 15 partecipanti alla summer school sul Project Management

Il Comitato scientifico ha selezionato i nomi dei 15 partecipanti alla prima ISPM International Summer School on Project Management organizzata dal CoEHAR, il Centro di Eccellenza per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università degli Studi di Catania diretto dal prof. Riccardo Polosa.