Il 17 e 18 Giugno 2016 a Varsavia si terrà il GFN 2016

Il 17 e 18 Giugno 2016 a Varsavia si terrà il GFN 2016

Vista la grande partecipazione delle prime due edizioni si rinnova l’appuntamento con il Forum Mondiale sulla Nicotina (Global Forum on Nicotine – GFN), previsto per venerdì 17 e sabato 18 Giugno 2016 a Varsavia.

L’edizione del 2015 ha visto la partecipazione di esperti provenienti da 44 paesi diversi con pensieri ed opinioni diverse sull’argomento ma tutti interessati a capire quale sarà il possibile risvolto sull’uso e la diffusione della nicotina.

Le posizioni sulla nicotina sono ancora focalizzate su determinati convincimenti ed è per questo che un approccio scientifico e trasparente si rende quest’anno quanto mai necessario. GFN 2016 si propone di far incontrare operatori del settore, esperti della medicina, opinion leader, giornalisti e rappresentanti del governo per trovare insieme le giuste risposte e per confrontarsi e discutere sul futuro della nicotina.

La ricerca sulla nicotina è in rapido sviluppo, la regolamentazione dei prodotti contenenti nicotina è in cima all’agenda politica di mezzo mondo e i consumatori sono preoccupati sulla disponibilità nel lungo termine di questi prodotti. C’è un consenso nascente tra molti nel campo della scienza e della salute pubblica sulla relativa sicurezza dei nuovi dispositivi nicotinici e di altri prodotti non combustibili, anche se lo scetticismo continua a mantenere il dibattito acceso.

Per il 2016 i punti da affrontare riguardano principalmente tre tempi:

  1. Evidenze scientifiche
  2. Responsabilità
  3. Trasparenza 

 

Supportato anche dalla Lega Italiana Anti Fumo, il GFN è l’unico forum aperto a tutti durante il quale scienza e politica si incontrano per discutere e diffondere le evidenze scientifiche sulla riduzione del danno provocato dal fumo di tabacco e per fornire opzioni di politiche di prevenzione e controllo del tabagismo efficaci. 
Precedente "The Times" palcoscenico di una nuova polemica scientifica sulla riduzione del rischio
Prossimo Per alcuni fumatori, la e-cig è solo una esperienza passeggera che permette di smettere completamente

Autore

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 233 articoli

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare come consulente per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo. Valeria è oggi press office di LIAF e collabora anche con istituzioni ed enti pubblici diversi.

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

R. Polosa su dripping: “Lo studio è viziato da una definizione vaga”

Pubblicato su Pediatrics il commento del prof. Riccardo Polosa: “L’interpretazione dei risultati dello studio è viziata da una definizione vaga del fenomeno del dripping”

Iniziative

Master in Smoking Cessation & Prevention

Parte la seconda edizione del Master LIAF in Smoking Cessation & Prevention, aperte le iscrizione per giovani laureandi e laureati che vogliono diventare esperti in terapie antitabagiche. LIAF Lega Italiana

In evidenza

Metodolo “Smetti&Vinci”? Per Riccardo Polosa sarebbe un: “Vinci&Perdi”

Può essere utile offrire incentivi economici, bonus o buoni acquisto di vario genere per convincere i fumatori a dire addio alle “bionde”? Nonostante l’entusiasmo di alcuni, per il prof. Riccardo Polosa (LIAF): “si tratta di un metodo non innovativo e poco efficace”.