Le sigarette elettroniche aiutano a ridurre la dipendenza tabagica

Le sigarette elettroniche aiutano a ridurre la dipendenza tabagica

<<Il fumo di sigaretta è una dipendenza difficile da eliminare – afferma il Prof. Riccardo Polosa , responsabile dello studio – sono quindi necessari nuovi metodi per combattere il tabagismo. Le sigarette elettroniche possono essere una alternative sicura alle sigarette tradizionali e simulando la gestualità tipica del fumatore, aiutano ad astenersi dal fumo di sigaretta>>.
Lo studio
Lo studio “Effetti delle sigarette elettroniche per la riduzione e cessazione della dipendenza tabagica: studio pilota prospettico a 6 mesi” ha monitorato la variazione delle abitudini di 40 fumatori, che non volevano smettere. I partecipanti allo studio sono stati sottoposti a 5 visite in 24 settimane in cui sono stati valutati l’uso del prodotto, il numero di sigarette fumate, l’esalazioni di monossido di carbonio. Le sigarette elettroniche utilizzate per lo studio clinico sono CATEGORIA® E-Cigarette.
I risultati
Il 32.5% dei partecipanti, alla 24esima settimana ha ridotto di almeno il 50% il numero di sigarette fumate al giorno, con una riduzione media da 25 a 6 sigarette tradizionali.
Di questi, il 12.5% ha ridotto di almeno 80% l’uso delle sigarette tradizionali, con una diminuzione da 30 a 3 sigarette al giorno.
Il 22,5% dei partecipanti, alla 24esima settimana, risultava aver completamente eliminato l’uso delle sigarette tradizionali.
Combinando il dato di riduzione con quello di completa cessazione, si registra una diminuzione complessiva nell’uso di sigarette pari al 55%.
La percezione e l’accettazione dei partecipanti delle sigarette elettroniche CATEGORIA® è stata positiva.
Cosa è una sigaretta elettronica
Le sigarette elettroniche sono un dispositivo a batteria, attraverso la vaporizzazione il fumatore introduce nel corpo nicotina senza gli elementi nocivi contenuti nelle sigarette tradizionali come catrame, monossido di carbonio, particolati e migliaia di elementi chimici dovuti alla combustione che causano disturbi respiratori, infarto, cancro.
Precedente Le sigarette elettroniche aiutano a ridurre la dipendenza tabagica
Prossimo Campagna antifumo: i figli sono il miglior motivo per smettere

Autore

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 237 articoli

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare come consulente per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo. Valeria è oggi press office di LIAF e collabora anche con istituzioni ed enti pubblici diversi.

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

Intervista a Ruggero Razza

Intervista a Ruggero Razza sul progetto Smoke Free Sicily del CoEHAR Centro di Ricerca per la Riduzione del danno da Fumo.

In evidenza

Sigarette elettroniche: tutto ciò che non è stato detto a “Tutta Salute”

Intervenuta durante la trasmissione “Tutta Salute”, la dott.ssa Roberta Pacifici, direttore del Dipartimento di Farmacodipendenza, tossicodipendenza e doping all’Istituto Superiore di Sanità, ha fornito agli spettatori una serie di informazioni che riteniamo doveroso dover qui approfondire. 

L'esperto risponde

Pizzeria sotto casa. Come faccio a tutelarmi dal fumo che arriva in casa?

Qualche giorno fa, uno dei nostri utenti, preoccupato per il fumo passivo respirato a causa dei clienti della pizzeria sotto casa, a chiesto ai nostri ricercatori come può tutelare il suo diritto alla salute. Ecco la risposta del prof. Rapisarda.