Londra, il 17 Novembre riparte l’Ecigarette Summit

Londra, il 17 Novembre riparte l’Ecigarette Summit

Giovedì 17 Novembre a Londra riparte il Summit sulla sigaretta elettronica, un appuntamento ormai consolidato che si rinnova ogni anno insieme a gran parte degli esperti internazionali in tema di fumo e sigaretta elettronica.

Tra i temi più accesi dell’edizione 2016, quello dell’utilizzo della sigaretta elettronica e del suo possibile effetto gateway per minori e non fumatori.

Si parlerà anche di pubblicità, marketing e della nuova regolamentazione anche in seguito alle novità che arriveranno dalle decisioni prese al COP7 di Nuova Delhi, conclusosi – ricordiamo – proprio pochi giorni fa.

L’evento inglese, inoltre, dopo il successo delle prime edizionisi concentrerà sulla crescente diffusione delle elettroniche a livello mondiale e sulle scelte di politiche sanitarie seguite dai diversi Stati coinvolti.

Questo importante vertice mondiale, che riunisce scienziati, medici, opinion leader, tecnici, politici e giornalisti di tutto il mondo, si è ormai guadagnato la fama di “evento neutro” perchè non ha occupato particolari posizioni nell’ambito dell’acceso dibattito scientifico internazionale sui danni e/o vantaggi che seguiranno una corretta diffusione delle e-cig.

Questo rende l’appuntamento ancora più atteso.

Scarica il programma

Precedente COP 7 - Esperti sollevano preoccupazioni circa presunte proposte di divieto delle e-cig
Prossimo COP7 a Nuova Delhi: la sceneggiatura prevedibilie di uno spettacolo senza pubblico

Autore

Valeria Nicolosi
Valeria Nicolosi 225 articoli

Valeria Nicolosi è giornalista, esperta in progettazione e comunicazione pubblica (sociale e istituzionale). Laureata in Programmazione delle Politiche Pubbliche nell’Università degli Studi di Catania, è anche masterizzata in Comunicazione Pubblica nell’Università IULM di Milano. L'amore e l'interesse nei confronti della formazione dell'opinione pubblica l’hanno portata a collaborare come consulente per LIAF con l’obiettivo di aiutarli a definire azioni utili per la diffusione e la sensibilizzazione della cultura antifumo. Valeria è oggi press office di LIAF e collabora anche con istituzioni ed enti pubblici diversi.

Visualizza tutti gli articoli di questo autore →

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

L'esperto risponde

Identità sociale e bisogno di se stessi? La psico-sociochimica che ti riporta dalla bionda

Secondo uno studio condotto nell’Università dell’East Anglia, nel Regno Unito, e pubblicato sul Journal of Substance Use, si torna a fumare per recuperare l’identità sociale persa e si cerca il

Approfondimenti

Basta fisco: dal 2019 ci si concentri solo sulla riduzione del danno

“Anche in Italia, siamo pronti per spostare l’attenzione sul tema centrale della questione vaping: la riduzione del danno da fumo!” – è questo il commento che ieri il prof. Riccardo Polosa ha fatto leggendo le notizie della nuova e positiva situazione fiscale italiana. 

Iniziative

Vapeshop: come aumentare le probabilità dei fumatori di smettere

Uno studio pilota condotto dall’Università di Catania, in collaborazione con il CNR di Palermo e l’INSERM di Parigi, dimostra che i fumatori che passano alla sigaretta elettronica hanno più probabilità di successo nella cessazione se supportati da negozianti preparati che conoscono bene il prodotto e la psicologia del fumatore.