Mario Malerba è il nuovo membro del Comitato Scientifico

Mario Malerba è il nuovo membro del Comitato Scientifico

Il prof. Mario Malerba, docente di Malattie dell’Apparato Respiratorio presso l’Università del Piemonte Orientale di Novara, è il nuovo membro del Comitato Scientifico Internazionale per la ricerca sulle sigarette elettroniche.

Prof. Mario Malerba

Da anni, Malerba svolge la sua attività clinica presso la Clinica Medica Universitaria di Brescia. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche e ricerche sugli aspetti biologici connessi al fumo di sigaretta con metodiche non invasive come la misurazione dell’ossido nitrico esalato delle vie aeree, la misurazione di biomarkers ossidativi ed infiammatori nell’espettorato indotto e nell’esalato condensato delle vie aeree nei soggetti fumatori asintomatici e nelle patologie ostruttive fumo correlate. Inoltre, nelle sue ricerche ha focalizzato l’attenzione sulle alterazioni precoci evidenziabili a livello respiratorio, collegate alla esposizione cronica al fumo di sigaretta.

Previous La bionda e l'elettronica come "l'elefante e il topolino"
Next Dal 15 al 17 Giugno a Varsavia torna il GFN 2017

About author

Potrebbe interessarti anche

ExpoBimbo 2013: 600 visite antifumo

Per il quarto anno consecutivo LIAF ed i suoi volontari (Dr.ssa Angela Alamo, Dr.ssa Marilena Maglia, Dr.ssa Cinzia Luca, Dr.ssa Mirella Paternò, Silvia Longo, Sottile Giulia, Marta Tortorici, Cristina Baldi,

Comunicati stampa 0 Comments

Veronesi, Tirelli e Polosa intervengono sulla lettera dei presidenti di Aiom e “Insieme contro il cancro” a Matteo Renzi: “Commento fuori luogo”

I Presidenti dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) e della Fondazione “Insieme Contro il Cancro”, Stefano Cascinu e Francesco Cognetti, hanno inviato di recente una lettera aperta al Presidente del

Sigaretta elettronica: è tempo di mettere fine a una regolamentazione sbagliata

Catania, 04 febbraio 2014. I fumatori si rivolgono con sempre maggiore frequenza alle sigarette elettroniche per limitare i danni sulla salute derivanti dalla loro dipendenza dal fumo. Ma i legislatori