Osteoporosi: Farmacisti e Medici a confronto

Osteoporosi: Farmacisti e Medici a confronto

Progetto Osteoporosi in Farmacia

Si terrà sabato 2 Aprile a Catania, nell’Ex Monastero dei Benedettini, la presentazione del Progetto Osteoporosi in Farmacia.
Il Prof. Riccardo Polosa, Direttore dell’UOC di Medicina Interna dell’Ospedale S. Marta, illustrerà i risultati definitivi dello studio da lui ideato e condotto sul territorio della Sicilia orientale avvalendosi della collaborazione di 60 farmacisti del circuito Farmacia OK del gruppo SOFAD, di esperti dell’Università di Catania e i medici dell’Azienda Ospeadaliera Cannizzaro, Presidio Ospedaliero Santo Bambino e Azienda Ospedaliera Garibaldi-Nesima.
Lo studio ha come obiettivo principale quello di verificare il rapporto tra gravità dell’osteoporosi e il grado di ansia e/o depressione e stabilire il rapporto causale tra fumo di sigaretta e perdita di massa ossea in una popolazione mediterranea.
I farmacisti hanno selezionato la popolazione da sottoporre allo screening per la valutazione dell’osteoporosi, gli esperti universitari e ospedalieri si sono occupati degli esami clinici per la conferma diagnostica di questa comune patologia dello scheletro.
Sono stati ottenuti dati completi da 383 donne.
Saranno presenti il Sindaco di Catania Avv. Raffaele Stancanelli, l’Assessore alla Sanità, Prof. Vittorio Virgilio, il Preside della Facoltà di Medicina dell’Università di Catania Prof. Francesco Basile e il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Policlinico Vittorio Emanuele, Dott. Armando Giacalone.
Precedente Progetto Osteoporosi in Farmacia
Prossimo Osteoporosi: fumo e depressione fattori di rischio

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Approfondimenti

COP 8 – Polosa: “Sancita la distinzione tra e-cig e bionda”

Dopo la conclusione dei lavori del COP8 di Ginevra, tre associazioni italiane – capitanate da Carmine Canino (presidente Anpvu), Dario Colaianni (presidente Coiv), Antonella Panuzzo (presidente Uniecig) – hanno diffuso proprio ieri una nota di commento alle decisioni prese nell’ambito della Conferenza delle Parti. 

Nella nota, anche una dichiarazione del prof. Riccardo Polosa, direttore del CoEHAR, che ha sottolineato come “Il summit di Ginevra ha sancito per la sigaretta elettronica un momento epocale legalizzando un suo ambito normativo ben chiaro e distinto dagli altri prodotti del tabacco. Era ora!”

Comunicati stampa

Rischio e-cig bassissimo. A dirlo è uno studio tossicologico che ha dimostrato la presenza di errori grossolani da parte dell’UE

Errori matematici di base da parte dei funzionari dell’Unione Europea hanno portato a classificare il liquido delle sigarette elettroniche alla stregua di una sostanza altamente pericolosa come la stricnina e

In evidenza

Il “toast bruciato” di Polosa al Parlamento inglese

Riportando l’esempio del toast bruciato, Polosa ha spiegato alla Commissione Parlamentare inglese che molte delle notizie diffuse dai media si basano su valutazioni di laboratorio che non rispettano standard di riferimento ufficiali.