Rinosinusite cronica? Evitate il fumo passivo

Rinosinusite cronica? Evitate il fumo passivo

L’esposizione al fumo passivo è collegata alla rinosinusite cronica. Questo il risultato di uno studio pubblicato su “Archives of Otolaryngology – Head & Neck Surgery”. “Nonostante ci sia una chiara relazione tra il fumo passivo e la rinosinusite cronica sono pochi gli studi a riguardo – afferma il responsabile dello studio, Martin Tammemagi, della Brock University in Canada – fin’ora sono stati indagati sintomi respiratori, funzioni polmonari, asma, patologia ostruttiva cronica, cancro al polmone, odori e irritazioni.” Lo studio è stato condotto presso l’Istituto Henry Ford Health System di Detroit in Michigan e ha visto la partecipazione di 306 pazienti non fumatori a cui era stata diagnostica la rinosinusite cronica e che erano stati esposti per i 5 anni precedenti a fumo passivo.

I pazienti sono stati osservati dopo l’esposizione a fumo passivo in vari ambienti: casa, posto di lavoro, luoghi pubblici e privati, dimostrando che i rischi di disturbi correlati alla rinosinusite cronica si raddoppiano o si triplicano rispetto a chi vive in ambienti no-smoking.

Lo studio dimostra inoltre che il fumo passivo influisce negativamente per circa il 40% sulla rinosinusite cronica e anche una modesta esposizione al fumo passivo può incidere sui disturbi correlati.

Chi è affetto da rinosinusite cronica dovrebbe quindi evitare l’esposizione al fumo passivo.

 

Precedente Se soffri di allergia, smetti di fumare
Prossimo EXPOBIMBO e LIAF-ONLUS insieme nella lotta contro il fumo

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

Il commento del Prof. Polosa già agli atti del Parlamento australiano

Il commento ufficiale, inviato al Senato australiano dal prof. Riccardo Polosa del Parlamento è stato pubblicato oggi sul sito istituzionale del Parlamento come atto ufficiale consultabile anche dai cittadini, dalle organizzazioni di settore e dai soggetti politici coinvolti. Per Riccardo Polosa: “Siamo sulla buona strada”.

News

Sigarette elettroniche, fumare in aereo forse si può

Fumare in aereo rimane un ricordo o con la sigaretta elettronica si può? E’ questa la domanda ricorrente che si pongono numerosi fumatori. È ormai da molti anni che sugli

In evidenza

A Roma un incontro con i giornalisti sulla riduzione del danno da fumo

Riccardo Polosa: “La nota definitiva è quella di tenere occhi e mente aperti e cercare di non essere guidati da ideologie e sentimentalismi. Se abbiamo un’opportunità straordinaria di rivoluzione per cambiare il pattern del tabagismo nel mondo io penso che l’uso delle nuove tecnologie combustion free siano un’opportunità da non perdere”.