“Svapo day”, i manifestanti: “Rendeteci Liberi!”

“Svapo day”, i manifestanti: “Rendeteci Liberi!”

“Svapo Libero” – è questo lo slogan che centinaia di cittadini italiani ieri mattina hanno urlato tra le strade del centro di Milano.
La giornata dello “Svapo Day- La protesta” si è contraddistinta per essere stata una manifestazione pacifica ma affollata. Tantissime le persone accorse a Piazza San Babila e provenienti da tutta Italia per aderire al movimento di indignazione contro l’assurda tassazione del 58,5% sulle sigarette elettroniche. Una tassa che, non solo ucciderà il mercato mettendo in ginocchio le aziende produttrici e i negozianti ma, soprattutto, non permetterà al consumatore di scegliere liberamente, “Rendeteci Liberi” – urlavano infatti ieri gli svapatori.
Secondo gli organizzatori si sarebbero già raccolte circa duemila firme e la protesta continuerà anche oggi. Mentre a Roma, infatti, scienziati ed esperti del settore discutono insieme ai rappresentanti del Ministero della Salute su come affrontare le criticità derivanti da una normativa troppo rigida sulle sigarette elettroniche, la protesta continua davanti alla sede dei Monopoli di Stato ed i manifestanti “non si fermeranno” – hanno annunciato.
Abbiamo raccolto il pensiero di alcuni di loro: “Continueremo fino a che non arriverà un segnale concreto” – ci dicono. “La protesta questa volta parte dal basso – hanno aggiunto – e lo Stato si renderà conto che non siamo pochi e che vogliamo essere liberi di scegliere per noi stessi e per la nostra salute”.
La LIAF sostiene le manifestazioni di questi giorni: “Perché un sistema di salute pubblica diverso è possibile – ha spiegato il presidente, Lidia Proietti – e la tassazione sulle e-cig non produce effetti positivi né per i consumatori, né per lo Stato”.
Precedente LIAF partecipa ai lavori del tavolo tecnico del Ministero della Salute per la sigaretta elettronica
Prossimo Tavolo tecnico del Ministero della Salute per le sigarette elettroniche: insufficiente il confronto scientifico

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Iniziative

CEN a Catania: In Europa il mercato è sicuro

CEN a Catania: “Dal 2020, previste ulteriori iniziative per prevenire aggiunte incontrollate di nuovi ingredienti nei liquidi per sigarette elettroniche. Inoltre, controllo serrato sulla presenza di eventuali contaminanti”.

Iniziative

Riunione del CEN a Firenze. Polosa: “La standardizzazione delle e-cig come obiettivo strategico”

“L’obiettivo di questi mesi è concludere quanto prima il processo di standardizzazione delle e-cig” – è con questa affermazione che il prof. Riccardo Polosa ha introdotto i lavori del meeting del tavolo tecnico CEN/TC 437 “Electronic cigarettes and e-liquids” del Comitato Europeo di Normazione che si è tenuto in questi giorni a Firenze.

In evidenza

Riccardo Polosa partecipa all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Riccardo Polosa domani a New York parteciperà alla Terza Assemblea Generale delle Nazione Unite sulle malattie non trasmissibili istituita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Un’occasione unica per il docente dell’Università di Catania che interverrà come autorevole membro della comunità scientifica internazionale per parlare di politiche di salute pubblica e di interventi necessari a ridurre l’impatto del fumo nel mondo.