Sydney – Polosa invitato ad intervenire in Senato per valutare l’efficacia delle elettroniche

Sydney – Polosa invitato ad intervenire in Senato per valutare l’efficacia delle elettroniche

Anche il Governo australiano risponde alla richiesta degli scienziati di garantire una maggior tutela per coloro che vogliono smettere di fumare utilizzando la sigaretta elettronica. E’ stata istituita a Sydney una commissione scientifica che interverrà in Senato per proporre l’adozione di politiche antifumo più attente alle esigenze ed alle scelte dei singoli, e all’impatto delle stesse sulla comunità.
Schermata 2016-03-08 alle 12.26.20

Proprio domani, mercoledì 9 Marzo, si terrà la prima audizione pubblica al Senato australiano convocata da questa commissione che ha lavorato negli ultimi mesi per proporre soluzioni nuove per chi vuole smettere di fumare con le e-cig.

La convocazione ufficiale (vedi foto) è pervenuta anche al  prof. Riccardo Polosa che, in un commento inviato lo scorso Agosto 2015, firmato dallo stesso docente  di concerto con i membri della Lega Italiana Anti Fumo e altri esperti internazionali di tabagismo, aveva invitato il Senato australiano a lasciarsi guidare dalle evidenze scientifiche nell’adozione di misure razionali ed equilibrate capaci di favorire, e non ostacolare, la diffusione delle elettroniche come strumenti utili al miglioramento della salute pubblica.

L’apertura del governo australiano è un importante riconoscimento per anni di ricerca mirata al bene dell’individuo – ha commentato il prof. Polosa – Le evidenze scientifiche dimostrano che alternative potenzialmente più sicure delle sigarette convenzionali possono portare un grande beneficio in termini di salute pubblica. Le preoccupazioni dei governi sono legittime e ulteriori studi sugli effetti di questi dispositivi nel lungo termine sono necessari. Tuttavia, tale rischio potenziale deve essere comparato ai danni certi causati dal fumo di sigaretta in soggetti che già fumano”. 

Precedente Gran Bretagna: adesso i Centri Antifumo possono far smettere di fumare con le e-cig
Prossimo Convegno annuale dell'AAAA&I. A Marzo ad Atlanta per parlare di asma e fumo

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Approfondimenti

Inghilterra fuoriclasse: fumatori ancora in calo nel 2017

Nel corso di questi ultimi 5 anni, il Regno Unito ha dato dimostrazione di lungimiranza e coerenza facendosi promotore di programmi innovativi di salute pubblica che hanno posto il vapagismo al centro delle politiche antifumo di quel paese. Grazie a questo, come dimostrato oggi dai dati riportati dal PHE – Public Health England, il tasso di prevalenza di fumatori è sceso a poco meno del 15%.

News

E-cig: nel futuro potrebbe essere usata come strumento per somministrare farmaci

Secondo il prof. Polosa – invitato dalla Glaxo Smith Kline (GSK) nell’ambito del loro 21esimo Forum Scientifico sulla Medicina Respiratoria, nei pressi di Copenaghen – le sigarette elettroniche potranno essere impiegate anche per la somministrazione di farmaci, assicurando una migliore efficacia e una maggiore aderenza per i pazienti.

News

Sondaggio sulle sigarette elettroniche: collabora anche tu alla Ricerca

La LIAF invita gli svapatori italiani a partecipare a un sondaggio sulle proprie percezioni ed esperienze di utilizzo per contribuire alle conoscenze e dare risposte agli enti regolatori. Il questionario, elaborato dal Dr. Russell del Centre for Drug Misuse Research di Glasgow (UK), è ora disponibile anche in italiano grazie all’impegno dei ricercatori del Centro di Prevenzione e Cura del Tabagismo dell’Universitá di Catania.