U-BIOPRED: Pazienti con asma severa screening per cure migliori

U-BIOPRED: Pazienti con asma severa screening per cure migliori

L’asma è uno dei principali problemi sanitari in tutto il mondo. Non tutti i tipi di asma sono gli stessi,
mentre le cure spesso adottano un approccio uniforme, che non sempre funziona in modo ottimale.
«Nella maggior parte dei casi, i sintomi dell’asma severa possono essere gestiti, ma per circa 1,2 milioni
di persone in Europa gli approcci terapeutici attuali non sono adeguati – afferma il prof. Riccardo Polosa, responsabile dello studio “Ubiopred” – il progetto ha infatti l’obiettivo di migliorare le attuali opzioni di trattamento e per far ciò abbiamo bisogno di volontari che soffrono di asma severa e che possono dare un contributo alla ricerca scientifica». I pazienti potranno così partecipare allo studio clinico europeo U-biopred che indaga vari aspetti della patologia asmatica. I volontari potranno sottoporsi a tre differenti visite in un periodo di
tre-sei mesi, durante le quali verrà valutato il loro stato di salute l’eventuale presenza di allergie, la funzione polmonare, il livello di infiammazione e il patrimonio genetico.
Chi volesse prenotare una visita può telefonare allo 0953781583 o inviare una mail polosa@unict.it.
L’immagine è di Marije Kootstra, vincitrice dell’art contest U-BIOPRED.
Precedente Vota il Progetto LIAF con l'Università di Oxford
Prossimo Calcio Catania: progetto di sensibilizzazione antifumo

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

In evidenza

Si smette di fumare anche durante “La Notte Europea dei Ricercatori”

Venerdì 28 Settembre le luci si accenderanno solo sui ricercatori italiani. Sarà la “Notte Europea dei Ricercatori”, un evento promosso dalla Commissione Europea con lo scopo di creare un incontro con i cittadini e diffondere la cultura scientifica.

Comunicati stampa

31 MAGGIO 2018: AL POLICLINICO VITTORIO EMANUELE VISITE GRATUITE PER SMETTERE DI FUMARE

Visite gratuite per i fumatori che vogliono smettere. Giovedì 31 Maggio dalle ore 8 alle ore 13, in occasione del No Tobacco Day 2018, il CPCT – Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania effettuerà visite gratuite per i fumatori intenzionati a smettere. Grazie ai numerosi studi condotti dal team guidato da Riccardo Polosa, l’Università degli Studi di Catania ricopre un ruolo di primo piano nel campo della ricerca sul fumo.
Oggi, l’Ateneo è sede del primo Centro di Ricerca per la Riduzione del danno da fumo (CoEHAR).

Approfondimenti

LIAF in Parlamento per dire NO al fumo nei corridoi

Il presidente LIAF, Lidia Proietti, sostiene la battaglia dell’onorevole Arianna Spessotto, deputato del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, che da alcuni mesi si batte perché venga rispettato il divieto di fumo nelle stanze di Montecitorio, proprio li dove la legge è stata emanata.