USA: l’FDA non ha l’autorità per disciplinare l’e-cigarettes

USA: l’FDA non ha l’autorità per disciplinare l’e-cigarettes

La Corte d’Appello di Washington DC ha deciso che la Food and Drug Administration non può valutare le sigarette elettroniche come farmaco. La Corte d’Appello di Washington DC ha stabilito che l’FDA, Food and Drug Administration, deve considerare le sigarette elettroniche come prodotti derivati dal tabacco e non come farmaco. Pertanto le sigarette elettroniche negli USA vanno regolamentate secondo il Tobacco Act del 2009 e non dall’autorità dell’FDA. La sentenza della Corte d’Appello del 7 dicembre 2010, conferma una decisione già presa dal tribunale di primo grado evidenziando che l’FDA non ha dati per dichiarare pericolose le sigarette elettroniche.
Pertanto, i produttori di sigarette elettroniche possono richiedere la certificazione di efficacia e sicurezza dalla FdCA, Federal Food, Drug, e Cosmetic Act, e l’autorizzazione alla commercializzazione dall’FDA e come è accaduto in passato per i cerotti e le gomme alla nicotina, anche le sigarette elettroniche potrebbero essere approvate come dispositivi utili per il trattamento della dipendenza da nicotina. Il Tobacco Act si pone infatti contro i prodotti contenenti tabacco e non quelli con nicotina.
L’FDA ha chiesto al Governo l’Appello alla Corte Suprema. Si resta in attesa di una regolamentazione più esaustiva per le sigarette elettroniche.

 

Precedente Sigarette Elettroniche: sono sicure e possono aiutare a smettere di fumare
Prossimo Lotta al tabagismo: l’Università di Catania e i farmacisti siciliani

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

News

Se non fumi ti bacio!

Le principali cause che abbassano il desiderio nei confronti di chi fuma e determinano delle barriere nelle relazioni interpersonali sono: l’alito cattivo, l’odore sgradevole della pelle, dei capelli e dei vestiti, denti e dita gialli.

News

La BBC vieta l’uso delle sigarette elettroniche nei propri uffici: una questione di “etichetta”, non di salute pubblica

La BBC è stata duramente criticata da ECITA, l’associazione britannica che riunisce le industrie del settore e-cig, e dai due più noti esperti mondiali di vapagismo Polosa e Farsalinos per

News

Fumo passivo: il vapore emanato dalle sigarette elettroniche non è un pericolo

Un nuovo studio clinico commissionato dal National Vapers Club USA e pubblicato sulla rivista Inhalation Toxicology, dimostra che il vapore emanato dalle sigarette elettroniche non è nocivo per le persone e non modifica la qualità dell’aria degli ambienti chiusi. Pertanto vengono meno le condizioni per il rischio di “fumo passivo” con le sigarette elettroniche.