Vape-addict: usi, costumi e tendenze del mondo dello svapo

Vape-addict: usi, costumi e tendenze del mondo dello svapo

Riceviamo e pubblichiamo l’interessante comunicato stampa che precede e annuncia la manifestazione fieristica che si terrà il 21 e 22 Novembre a Verona, dedicata al Vapitaly

*********************

Il 21 e il 22 novembre 2015, Verona ospiterà Vapitaly, la fiera italiana dedicata al mondo del vaping. Quali sono le tendenze che ad oggi lo caratterizzano? «Il vaping è un fenomeno interessante – spiega l’antropologa del consumo Patrizia Martellosia da un punto di vista del consumo, che antropologico. E’ un’esperienza legata al piacere, che coinvolge tutti i sensi, e associata al mondo immaginario eno-gastronomico più che a quello del fumo. E’ anche legata alla libertà di un gesto, antico e nuovo allo stesso tempo, da poter fare ovunque. Diventa quindi un’esperienza di consumo inedita da interni. Il vaping si vive e si gusta in casa, al ristorante, in mobilità, al cinema, in ufficio, nei negozi … e poi ci sono i rituali del vaping che trasformano la sigaretta elettronica in quello che si può definire a tutti gli effetti l’‘oggetto di culto’ dei vapers».

L’appuntamento veronese sarà un’occasione per approfondire le tematiche e le pratiche legate alla e-cig; per non arrivare impreparati, ecco un sintetico glossario:

  • Svapare: inalare vapore attraverso e-cig;
  • Atomizzatore: cilindro che contiene l’e-liquid, costituito dal tank (serbatoio) e da una coil;
  • Coil: resistenza che, attivata da una batteria, permette la vaporizzazione del liquido;
  • Aroma: essenza concentrata, da diluire in una base neutra insapore e inodore;
  • E-liquid: liquido aromatizzato pronto per la vaporizzazione;
  • Drip: accessorio per l’aspirazione, da inserire nella parte superiore dell’atom;
  • E-cig: strumento per vaporizzare liquidi da inalazione;
  • Box: scatola, spesso in legno, in cui vengono inserite batterie ricaricabili, attrezzata con attacco per atomizzatore e pulsante di attivazione;
  • Modder: creatore artigianale di box e accessori per l’e-cig;
  • Refill: riempire il tank con un liquido;
  • Starter kit: set per neofiti, costituito solitamente da un modello-base di e-cig;
  • Batteria: “cuore” della e-cig, generalmente cilindrica. L’accensione attiva la resistenza che, scaldandosi, vaporizza il liquido contenuto nell’atomizzatore;
  • Vari Volt / Vari Watt: batteria che consente di modificare l’intensità del voltaggio e della potenza, da cui dipendono la densità e la nebulosità del vapore;
  • Base: liquido insapore e inodore, composto da glicole propilenico e glicerina
  • Battery box: batteria ricaricabile ad alta capacità con circuito elettronico integrato per la gestione di voltaggio e wattaggio
  • Vape-addict: appassionato della sigaretta elettronica che ne fa uso quotidiano;
  • Vape-friendly: colui che non ama la sigaretta tradizionale ma appoggia il mondo del vaping.
Precedente Corea del Sud, Isola di Jeju: Riccardo Polosa su fumo e diabete, futuro dell'e-cig e della Ricerca antifumo
Prossimo Expo Bimbo 2015, LIAF torna ad Etnapolis con grandi novità

Autore

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Consigli per smettere

I tuoi vestiti puzzano di fumo?

Non tutti sanno, e molti non ci fanno caso, che gli abiti dei fumatori sono nocivi quanto le sigarette che inalano, essendo impregnati di nicotina e altre tossine e rappresentano un problema per la salute soprattutto per i più piccoli. Esistono molti rimedi , come quelli della nonna, per eliminare l’odore di fumo. Oggi ve li elenchiamo in sintesi.

Curiosità

Le elettroniche vanno bene anche per i malati di tumore

Lo abbiamo sostenuto centinaia di volte. Le e-cig vanno bene anche per i malati di tumore se aiutano a smettere di fumare. A sostenerlo oggi sono anche gli oncologi. Con

In evidenza

Esperti al Parlamento Europeo: “Serve un contesto normativo positivo” (SCARICA LA PRESENTAZIONE DEI RELATORI)

La LIAF (Lega Italiana Anti Fumo) ha accolto le conclusioni di un gruppo di esperti internazionali ospitati questa mattina al Parlamento Europeo dall’eurodeputato Giovanni La Via. L’evento, dal titolo: “Sigarette elettroniche: un forte passo avanti per la salute pubblica europea” ha riunito scienziati ed esperti di tutto il mondo che hanno presentato le evidenze scientifiche sullo strumento che potrebbe far smettere di fumare milioni di persone.